Odio contro Sassoli, denunciato napoletano No-Vax. Dopo la morte scrisse: “Una buonissima notizia”

“Ogni tanto una buonissima notizia”. È la frase con cui si apre il post pubblicato sui social da un 40enne della provincia di Napoli. Nulla di strano se non fosse per il resto del post. L’uomo ha deciso di scrivere un ‘messaggio commemorativo’ nei confronti di David Sassoli, presidente dell’Europarlamento, nello stesso giorno della sua scomparsa. Un messaggio, da come si può capire anche solo dalle prime parole, che è tutto se non infelice.

Messaggi d’odio sui social: denunciato 40enne della Provincia di Napoli

Il 40enne, infatti, ha deciso di ‘ricordare’ il parlamentare scomparso attraverso l’ottica di convinto No Vax quale è. “Se ne va mr. ‘il Green Pass non è discriminatorio’ Sassoli. Adesso venitevi a prendere gli altri, grazie”. Un messaggio d’odio che insieme a tanti altri ha iniziato a circolare attraverso le varie piattaforme social, divenendo ben presto virale tra vari utenti che ne condividono il pensiero.

Come riportato da Ansa.it, la Polizia Postale ha avviato delle indagini per identificare gli autori di tali messaggi d’odio che spopolano in rete. È in questo modo che si è arrivati ad identificare il 40enne partenopeo. Denunciato quindi dalla Polizia Postale della Campania, coordinata dalla Procura di Napoli Nord, con l’accusa di essere uno dei tanti autori dei messaggi lesivi della memoria di David Sassoli. Dalle indagini è emerso inoltre come già in passato l’uomo sia stato denunciato per inosservanza delle misure sanitarie in materia di Covid.

L’uomo, infatti, è amministratore anche di un gruppo Telegram al quale sono iscritti più di 30.ooo utenti. Sul gruppo sono numerosi i messaggi inviati nei quali il 40enne incita a ‘non piegarsi’ alle misure anti pandemia. Inoltre, nell’ultimo messaggio inviato in chat, l’amministratore ricorda nuovamente Sassoli. Questa volta, però, ricorre alla memoria del politico per affermare che la causa della sua morte sia il vaccino stesso.

Potrebbe anche interessarti