Giornata della Memoria, Manfredi depone fiori in ricordo delle vittime della Shoah

Anche Napoli ha partecipato alle celebrazioni della Giornata della Memoria 2022. Oggi il sindaco Gaetano Manfredi ha deposto corone di fiori in via Luciana Pacifici e sulle pietre di inciampo, a Piazza Borsa, per ricordare le vittime della Shoah. In prefettura, invece, c’è stata la cerimonia di consegna delle medaglie d’onore ai familiari dei cittadini internati nei lager nazisti.

Giornata della Memoria 2022, il sindaco Manfredi

La memoria – afferma il primo cittadino – è un grande valore, tramandarla ai giovani è un dovere perché sia costante l’impegno a difesa dei principi democratici del nostro Paese.
Il giorno della memoria non solo commemora il sacrificio di milioni di vittime innocenti della #Shoah, ma ci ricorda che l’intolleranza, l’odio e le discriminazioni vanno combattute prima nei gesti quotidiani, poi nelle battaglie ideali.
A Borgo Orefici in ricordo di Luciana Pacifici vittima delle leggi razziali, in Piazza della Borsa per la deposizione di un mazzo di fiori sulle Pietre d’inciampo, in Prefettura per la consegna delle medaglie d’onore alla memoria di sette cittadini di Napoli e provincia deportati e internati nei lager nazisti”.

Presente in Prefettura anche il sindaco di Bacoli Josi Gerardo della Ragione: “Oggi, alla Prefettura di Napoli, abbiamo consegnato la medaglia d’onore in ricordo di Raffaele Assante. Figlio di Bacoli, che per due anni fu internato nei campi di concentramento nazisti. Nella Giornata della Memoria, con il Prefetto, il Sindaco della Città Metropolitana ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza. Raffaele ha vissuto le atrocità di luoghi disumani, di sofferenza e di morte. È un riconoscimento conferito dal Presidente della Repubblica per rendere omaggio solenne alla memoria di quanti furono deportati. Una cerimonia commovente. Ho manifestato alla famiglia Assante, ed a suo figlio, tutta la vicinanza e la solidarietà del popolo bacolese. Ne preserveremo il ricordo, nel tempo. Insieme, affinché non accada mai più“.

 

Potrebbe anche interessarti