Cassonetti in fiamme a Napoli, la denuncia: “Attentato alla salute pubblica e ambientale”

Piazza Cavour cassonetti in fiammeCassonetti in fiamme a Piazza Cavour: intervenuti sul posti i vigili del fuoco. Ieri, 9 febbraio 2022, a Piazza Cavour degli ignoti hanno dato fuoco ai rifiuti presenti all’interno degli appositi cassonetti installati dinanzi la stazione della Metropolitana linea 1 di Museo.

Un vero e proprio “Attentato alla salute pubblica e ambientale”, come lo descrive il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, è stato compiuto in pieno giorno in una zona molto trafficata, come quella di Piazza Cavour e dell’adiacente Via Foria. Degli individui non ancora identificati hanno agito indisturbatamente tra i passanti, dando vita a un gesto pericoloso e che ha messo a repentaglio la tutela dell’ambiente e dei cittadini, costretti a respirare e dunque inalare diossina.

Le fiamme, divampate in ben quattro cassonetti hanno prodotto neri fumi tossici, causando disguidi alla viabilità della zona interessata e richiedendo l’intervento dei Vigili del Fuoco. I pompieri, chiamati dai passanti, hanno immediatamente lavorato per mettere in sicurezza l’area e spegnere il rogo.

Ma questa non è la prima volta che si registrano atti vandalici del genere nelle aree adiacenti al Museo Nazionale di Napoli. E, appoggiando la disperazione degli abitanti della zona, Borrelli dichiara: “Certa gente o prima di agire non si mette in collegamento con il cervello oppure, ipotesi più probabile, se ne frega ampiamente delle regole, del vivere civile, del rispetto dell’ambiente e degli altri. Occorre fare prevenzione su questo tipo di reati, le aree a rischio vanno monitorate in modo da scongiurare sversamenti illeciti di rifiuti e l’incendio degli stessi. Inoltre, lo ribadiamo, bisogna inasprire le pene per chi attenta alla salute dell’ambiente e delle altre persone”.

Potrebbe anche interessarti