Licola. Spiaggia sotto sequestro per deposito illecito

spiaggia

L’area marittima, tra Licola e Pinetamare, in cui erano stati abbandonati rifiuti speciali è stata sottoposta a sequestro dalla Guardia Costiera di Pozzuoli nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2014“.

L’area, grande circa 60 metri quadri, si trova accanto ad uno stabilimento balneare ed era diventata una discarica a cielo aperto di rifiuti speciali, ferro, tegole, plastica, pannelli coibentati, autovetture, pneumatici, lettini ed ombrelloni in disuso. Un serio rischio per la salute dei bagnanti e dei visitatori occasionali della spiaggia ex-Lido Nato di Licola.

La denuncia è partita dall’Associazione E.C.O. che nei giorni scorsi ha scattato diverse foto inviandole alla capitaneria di porto di Pozzuoli, dopo un accurato sopralluogo ai cumuli di rifiuti e all’ “ecomostro” pericolante in cemento armato.

rifiuti
Rifiuti depositati (Foto ANSA)

La nostra associazione – scrivono in un comunicato – nel rispetto delle sue finalità, denuncia la situazione di degrado rappresentata dalla presenza di rifiuti speciali, combusti, pericolosi e misti, sulla spiaggia ex-Lido Nato. Si ravvedono seri rischi per l’incolumità pubblica e rischio sanitario, si chiedono gli interventi e misure necessarie a tutela della salute dei cittadini e l’adozione di misure per prevenire ulteriori sversamenti abusivi “.

Ci si augura che oltre al sequestro si procedi, in tempi brevi, alla rimozione dei rifiuti, alla bonifica dell’intera area marittima e all’abbattimento dell’ ecomostro in cemento armato.

Potrebbe anche interessarti