Ucraina, giornalista fermato e rilasciato grazie a un tatuaggio di Maradona

giornalista tatuaggio maradonaHa fatto il giro del mondo la storia di Daniel Matamala, un giornalista inviato in Ucraina, che era stato fermato dai militari insieme alla sua troupe e ‘salvato’ grazie a un tatuaggio di Maradona. È proprio el pibe de oro ad aver evitato il peggio e aver permesso che gli animi, molto tesi, si allentassero.

GIORNALISTA FERMATO IN UCRAINA, A SALVARLO UN TATUAGGIO DI MARADONA

Attraverso il suo profilo instagram, Daniel ha spiegato quello che è accaduto:

Oggi, a uno dei posti di blocco, la polizia ha sequestrato i nostri documenti, le macchine fotografiche e i telefoni e ci ha scortato alla stazione di polizia. I primi interrogatori sono stati tesi: è un Paese in guerra e si sospettano spie o sabotatori. Uno dei poliziotti ha visto i passaporti dei miei colleghi e ha detto due parole che abbiamo capito: ‘Messi’ e ‘Maradona’. È lì che tutto è cambiato. Il nostro cameraman ha mostrato di avere un tatuaggio di Diego Maradona sul polpaccio. L’atmosfera è cambiata molto e grazie alla mano di Dio e al calcio siamo riusciti ad uscire da quella situazione e ad arrivare a destinazione senza problemi“.

IL RACCONTO DELLA GUERRA

Il giornalista sta quindi continuando a raccontare la guerra e quello che sta accadendo in Ucraina dove le persone stanno cercando la salvezza nella vicina Polonia. Intanto continuano a partire i tir con gli aiuti provenienti dalla Campania.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Daniel Matamala (@daniel_m_t)

Potrebbe anche interessarti