Torna dopo anni sull’Italia il Ponte di Woejkoff: in arrivo gelo e tempeste di neve

Dopo anni tornerà per l’Italia il fenomeno del Ponte di Woejkoff. A dirlo è ilmeteo.it.

Entro la fine di marzo, si formerà il “Ponte di Woejkoff”, che pare possa tornare dopo una lunga assenza. Esso “si origina quando l’alta pressione delle Azzorre si allunga dall’Atlantico fino a raggiungere la Scandinavia, saldandosi in parte con l’alta pressione russo siberiana. Di risposta un flusso gelido si mette in moto da est verso ovest come un vero e proprio “fiume d’aria” lungo il bordo orientale del ponte altopressorio spingendosi verso il cuore dell’Europa, dove penetra con gelidi venti da Nord Est che portano un tracollo termico e locali eventi di blizzard (tempeste di neve)“.

Ponte di Woejkoff, gelo e neve anche in collina

Nel weekend del 19-20 Marzo queste masse d’aria arriveranno sull’Italia e si potrebbe formare “un vortice ciclonico sul bacino del Mediterraneo in grado di provocare precipitazioni a partire dal Centro-Sud anche sotto forma di rovesci temporaleschi accompagnati da venti intensi e molto freddi dai quadranti settentrionali“. Potrebbe tornare la neve fino in collina (intorno ai 4/500 metri). Pare che per la Primavera dovremo aspettare ancora un po’, infatti avremo “un fine Marzo dal sapore invernale sul fronte meteo con le correnti gelide pronte ad irrompere sull’Italia“.

L’area gelida proveniente dalla Russia non terminerà infatti neanche il prossimo weekend. Se in questi giorni si potrà registrare un leggero aumento delle temperature, da metà settimana il termometro tornerà nuovamente a scendere. Tutta colpa di una depressione in arrivo dal Mediterraneo occidentale che farà slittare ancora il clima primaverile tipico di marzo.

Potrebbe anche interessarti