Ucciso a 18 anni alle giostre, il sindaco: “Brutalmente sottratto all’affetto dei suoi genitori”

Sulla tragedia che ha portato alla morte il 18enne Giovanni Guarino è intervenuto il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, esprimendo il cordoglio dell’amministrazione comunale.

Morte Giovanni Guarino: le parole del sindaco di Torre

La vittima nella serata di ieri si trovava in zona Leopardi, all’interno del Luna Park, quando, a seguito di una lite sfociata per futili motivi, è stato accoltellato. Anche un suo amico è risultato gravemente ferito ma non è in pericolo di vita.

“E’ agghiacciante ed inaccettabile quanto accaduto a due giovani della nostra comunità cittadina. La violenta e prematura morte di un ragazzo, figlio del nostro territorio, brutalmente sottratto all’affetto dei suoi genitori e della sua famiglia e, il ferimento dell’amico colpito con efferatezza inaudita, lascia sconcerto rabbia e indignazione in ognuno di noi” – ha commentato il primo cittadino.

“Sono profondamente amareggiato, da padre e da rappresentante delle istituzioni. A nome della città esprimo, pertanto, la più ferma condanna verso azioni di tale natura e verso ogni forma di violenza che non può trovare alcun fondamento ed alcuna giustificazione, nonché, profonda vicinanza alle famiglie colpite da questa assurda vicenda”.

“Non è immaginabile che un innocente abbia dovuto pagare al prezzo della propria vita la piacevolezza e la tranquillità di un momento di svago in compagnia. E’, quanto mai necessaria, dunque, una riflessione seria ed attenta sull’educazione dei nostri giovani e, soprattutto sugli atteggiamenti di sincero disagio sociale che continuamente si manifestano, tale che parta di concerto da tutte le forze positive e proattive della nostra città. Sono pienamente fiducioso nel lavoro continuo degli inquirenti” – ha concluso.

Intanto sono emerse le prime testimonianze sulla tragedia che ha sconvolto l’intera cittadinanza. Molti descrivono Giovanni come un ragazzo pacifico e mite, rifiutando l’idea che possa aver causato lui stesso quella lite sfociata in una violenza inaudita.

Potrebbe anche interessarti