Castel dell’Ovo chiuso, stanziati 83mila euro per lavori urgenti: ci sarà un percorso protetto

Lungomare - Castel dell'OvoA seguito della comunicazione del Comune di Napoli sulla chiusura di Castel dell’Ovo, è stata approvata oggi in Giunta, su proposta del sindaco Manfredi, una delibera per finanziare lavori d’urgenza per la messa in sicurezza del luogo.

Napoli, Castel dell’Ovo chiuso: approvata la delibera per lavori d’urgenza

Da ieri il Castello risulta chiuso al pubblico per il rischio costituito dal distacco di alcune pietre dalla facciata. Un problema già emerso più volte ma nessun intervento finora attuato si sarebbe rivelato efficace. Soltanto due mesi fa il monumento era stato chiuso, ancora una volta, a causa di un guasto all’impianto elettrico sempre riconducibile ad una scarsa manutenzione.

Grande la delusione dei cittadini ma soprattutto dei tanti turisti che hanno deciso di trascorrere le vacanze pasquali nella città partenopea. In mattinata, tuttavia, l’amministrazione comunale ha approvato una delibera con prelevamento dal fondo di riserva di circa 83 mila euro per finanziarne la messa in sicurezza.

Il provvedimento prevede la realizzazione di un percorso protetto temporaneo, del camminamento di Castel dell’Ovo, nei pressi degli ascensori dove si sono verificati distacchi di frammenti di tufo. La spesa per l’intervento sarà anticipata dal Comune di Napoli ma resterà a carico dell’Agenzia del Demanio attraverso compensazione con le indennità di occupazione e/o canoni ancora dovuti dal Comune.

Di qui la dichiarazione del primo cittadino: “Per tutelare uno straordinario patrimonio della città, abbiamo deciso di finanziare immediatamente lavori di urgenza a Castel dell’Ovo in attesa di regolamentare la nuova convenzione con il Demanio ed il Ministero della Cultura, enti con cui è in corso una fattiva interlocuzione”.

Potrebbe anche interessarti