Napoli, buono taxi da 120 euro a persona: come chiederlo

buono taxiPresentazione Buoni Viaggio per il servizio taxi e noleggio con conducente. Questa mattina, venerdì 29 aprile, nella Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, l’Assessore alle Politiche Sociali Luca Trapanese ha presentato alla stampa i Buoni Viaggio per il servizio taxi e noleggio con conducente.

Alla conferenza hanno partecipato l’Assessore alle Infrastrutture Edoardo Cosenza, la Presidente del Consiglio Comunale Vincenza Amato, il Presidente della Commissione Politiche Sociali Massimo Cilenti, il Presidente della Commissione Trasporti Nino Simeone, i tecnici della ICCS informatica per spiegare il funzionamento della piattaforma che hanno sviluppato per l’utilizzo dei buoni.

Grazie allo stanziamento dei fondi DL n. 34 del 19 maggio 2020 art. 200 bis (recante buoni viaggio) al Comune di Napoli è stata trasferita la quota di euro 1.976.668,19 (ampliata a dicembre 2021) da spendere entro dicembre 2022.

Al beneficio possono avere accesso le persone fisiche residenti nel territorio del Comune di Napoli, anche titolari di residenza di prossimità, richiedenti asilo o cittadini stranieri con status equiparabile, anche se accompagnate, rientranti in una delle seguenti categorie:

– persone che abbiano raggiunto il 65° anno di età;
– persone con disabilità in possesso di decreto di invalidità o in possesso della L. 104/92, con connotazione di gravità (art. 3, comma 3), ivi comprese persone con disabilità sensoriali non vedenti o ipovedenti;
– persone anche temporaneamente impedite nella deambulazione, in possesso di idonea certificazione medica comprovante la patologia;
– donne in stato di gravidanza;
– genitori con almeno un figlio a carico nato dal 1° gennaio 2018 (un buono per ciascun nucleo familiare);
– persone appartenenti a nuclei familiari titolari di attività o facenti parte di categorie economiche soggette a chiusura temporanea per disposizioni governative, nazionali e locali, rientranti nei codici ATECO previsti da detti provvedimenti.

Potrà presentare la domanda un solo componente per tutto il nucleo familiare convivente. Il contributo è personale (ovvero utilizzabile solo dal titolare), non trasferibile, né cedibile a terzi, non convertibile in denaro contante e dovrà essere utilizzato entro il 31/12/2022 sui taxi e gli ncc convenzionati con il Comune di Napoli.

Al fine di sostenere i soggetti appartenenti ai nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica, privilegiando coloro che non siano già assegnatarie di misure di sostegno pubblico in dipendenza di detta emergenza, i contributi sono così determinati: 1. soggetti già assegnatari di misure di sostegno pubblico: fino a € 80 pro capite; 2. soggetti non assegnatari di misure di sostegno pubblico: fino a € 120 pro capite.

MODALITÀ DI UTILIZZO

Agli aventi diritto saranno attributi buoni viaggio esclusivamente sotto forma di borsellino elettronico del valore complessivo fino ad € 120,00 attribuito in più trances che potranno essere utilizzati attraverso più PIN (personal identification number) comunicati dall’Amministrazione comunale ai beneficiari via SMS. Ad ogni corsa da effettuarsi sarà associato un singolo PIN.

Al momento della richiesta del servizio, ciascun beneficiario comunicherà direttamente al tassista o al conducente convenzionati il codice utente comunicato dal Comune ed, al termine della corsa, il relativo PIN. Il contributo potrà coprire ciascuna corsa fino al 100% della spesa sostenuta ma comunque entro il limite di € 20,00; la quota residua non coperta dal buono dovrà essere saldata al termine della corsa al tassista/Ncc, che ne rilascerà ricevuta al cliente, annotando sul software di gestione messo loro a disposizione dall’Amministrazione comunale, il costo totale della corsa, l’itinerario. L’applicativo scalerà automaticamente l’importo a carico del beneficiario dal suo borsellino elettronico (fino a concorrenza di € 20);

MODALITÀ DI RICHIESTA

Al fine di ottenere l’erogazione dei buoni viaggio i soggetti richiedenti dovranno accedere al form on-line che verrà pubblicato su apposito portale sitaxi.comune.napoli.it il cui link verrà pubblicato e pubblicizzato anche sul sito internet istituzionale del Comune di Napoli (www.comune.napoli.it).

Dalla data di pubblicazione dell’Avviso pubblico relativo all’erogazione dei contributi sarà possibile presentare domanda fino al 30/09/2022. Chiunque abbia difficoltà a compilare la domanda online potrà rivolgersi: a) telefonicamente al numero 081.19754899 (dalle ore 8.30 alle ore 16.00) per essere guidati nella compilazione (fino al 10/06/2022); b) ai CAF convenzionati, i cui riferimenti sono disponibili sul sito del Comune, e che potranno inviare la domanda al posto del richiedente.

Piattaforma Sitaxi per utilizzo Buoni Taxi

(on line da lunedì 2 maggio)

Il cittadino tramite piattaforma può:
– presentare domanda per l’accesso al beneficio direttamente sul portale (tramide Spid) oppure avvalendosi del supporto dei Caf;
– verificare l’eventuale assegnazione del buono;
– consultare gli importi disponibili al netto degli eventuali viaggi già effettuati;

Il cittadino riceverà il codice pin per la corsa tramite sms. Al termine di ogni viaggio, riceverà un nuovo codice da utilizzare per la corsa successiva.

Elenco delle Cooperative Radio Taxi e Società NCC che hanno aderito all’iniziativa tramite manifestazione di interesse:
– Consortaxi 081.5513061
– Cooperativa Premium 081.5520399
– Full Transport 081.0121429
– La Free Taxi & Tour 081.5630234
– La Futura T.N.T. 081.19573307
– Taxi White 081.5529999
– Taxi 2000 081.5510964
– Today Tour 081.5520063
– Project Napoli Service 081.2488315 (N.C.C.)

“Sono molto soddisfatto oggi di questo risultato che è frutto di un lavoro intenso e di concertazione con gli uffici e le categorie beneficiarie. Ringrazio per questo tutti coloro che ci hanno lavorato e che ci lavoreranno nei prossimi mesi. Questa misura di sostegno economico, varata nel lontano 2020, vede finalmente la possibilità di calarsi nella vita reale delle persone e alleviarle nelle loro difficoltà quotidiane, economiche e di mobilità; penso agli anziani, alle mamme con bimbi piccoli, ai disabili, alle persone che hanno, anche solo temporaneamente, delle difficoltà motorie e penso anche ai tassisti che nei mesi scorsi, a causa del Covid, hanno visto drasticamente i loro introiti non ricevendo ad oggi nessun altro contributo a sostegno. Mi preme specificare che con questa misura, nata in piena pandemia come misura Covid a sostegno dell’economia, non si può risolvere certamente il problema degli spostamenti dei disabili motori per i quali bisognerà immaginare soluzioni differenti che sono, a mio avviso, analogamente urgenti e imprescindibili” – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Luca Trapanese.

Potrebbe anche interessarti