Mino Raiola, l’annuncio della famiglia: “È morto il più straordinario procuratore di sempre”

mino raiola morto
Ig Mino Raiola

Dopo la notizia diffusa due giorni fa della morte di Mino Raiola, era arrivato un tweet dello stesso procuratore sportivo nel quale si diceva incazzato per le false informazioni presenti sui media. Oggi durante la partita del Napoli vinta per 6 a 1 contro il Sassuolo, un nuovo tweet, questa volta scritto dalla famiglia, ne annunciava il decesso.

L’ANNUNCIO DELLA FAMIGLIA: “MINO RAIOLA È MORTO”

Il messaggio sui social:

Con infinito dolore annunciamo la scomparsa di Mino, il più straordinario procuratore di sempre. Mino ha lottato fino all’ultimo istante con tutte le sue forze proprio come faceva per difendere i calciatori e ancora una volta di ha resi orgogliosi di lui senza nemmeno rendersene conto. Mino è stato parte di tanti calciatori e ha scritto un capitolo indelebile nella storia del calcio moderno. Ci mancherà per sempre il suo progetto di rendere il mondo del calcio un mondo migliore per i calciatori sarà portato avanti con la stessa passione. Ringraziamo di cuore coloro che ci sono stati vicini e chiediamo a tutti di rispettare la privacy di familiari e amici in questo momento di grande dolore“.

CHI ERA IL PROCURATORE

Mino Raiola nasce il 4 novembre del 1967 a Nocera Inferiore. Poco dopo però la famiglia si trasferisce nei Paese Bassi dove studia e lavora come cameriere nell’attività di ristorazione del padre. A 20 anni fonda una propria società di intermediazione e poi diventa agente Fifa. È uno dei procuratori sportivi più famosi d’Italia e dell’estero, basti pensare ad alcuni fuoriclasse che sono nella sua scuderia: Haaland, de Ligt, Pogba, Donnarumma, Romagnoli, Balotelli e Ibrahimovic. Inizia la sua carriera proprio dall’Olanda dove si occupa, grazie alla sua intermediazione, dei trasferimenti di Michel Kreek, Marciano Vink e Pavel Nedvěd. Parla sette lingue: italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese, portoghese e olandese. Tra i suoi affari rientra anche il trasferimento di Kōstas Manōlas dalla Roma al Napoli per 36 milioni nel 2019. Due anni fa, Forbes lo ha inserito al quarto posto al mondo tra i procuratori con un fatturato da 84,7 milioni di dollari (ha chiuso trattative per un valore complessivo di 847,7 milioni). In passato aveva anche dichiarato di tifare Napoli perché costretto: “Poi mi sono tolto il vizio“.

Potrebbe anche interessarti