Acerra, Pasquale e Vincenzo morti in una sparatoria: arrestato minorenne coinvolto

Acerra. Arrestato un 17enne coinvolto nella sparatoria dove sono morti altri due giovani.

Per delega del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, si comunica quanto segue.

Acerra, arrestato 17enne

Nella serata del 29 aprile, i militari del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Castello di Cisterna hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto, emesso dal P.M. della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, nei confronti di un 17enne, perché in concorso Pasquale Di Balsamo, 22enne di Acerra (deceduto), è gravemente indiziato dei reati di omicidio aggravato e porto illegale di armi.

Le attività investigative, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, allo stato hanno documentato che il 17enne, nelle prime ore del 29 aprile scorso, era alla giuda di un motoveicolo con a bordo il citato Di Balsamo, entrambi con il volto travisato da maschere. Lo scooter nel comune di Acerra avrebbe affiancato la vettura condotta da Tortora Vincenzo, 21enne acerrano, e a quel punto il Di Balsamo e il Tortora si sarebbero colpiti l’un l’altro con armi da sparo illegalmente detenute, attingendosi reciprocamente e decedendo entrambi poco dopo per le lesioni riportate.

Il G.i.p., all’esito dell’udienza di convalida del provvedimento di fermo, ha riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza nonché le esigenze cautelari disponendo la custodia del 17enne in un istituto penitenziario minorile.

Pasquale e Vincenzo, morti nella sparatoria

A perdere la vita è stato Pasquale, di 22 anni, raggiunto da tre colpi d’arma da fuoco. Il ragazzo è deceduto la notte stessa della sparatoria, nella “clinica dei Fiori” di Acerra, in provincia di Napoli, nella quale era stato trasportato dal 118. Fatale un colpo al costato.