Bonus 200 euro: potranno averlo anche i percettori di reddito di cittadinanza e le colf

bonus reddito cittadinanzaIl governo è al lavoro per varare una serie di aiuti concreti da dare alle famiglie italiane che si trovano in difficoltà dopo l’aumento delle bollette e dei principali beni di consumo. Con lo scoppio della guerra e l’innalzarsi del prezzo delle materie prime, si è registrato un incremento del costo della vita. Il contributo di 200 euro, pensato per chi ha un reddito inferiore di 35 mila euro, è stato quindi allargato anche ad altre categorie come disoccupati e colf.

BONUS 200 EURO ANCHE AI PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA

È quanto fatto trapelare dalle agenzie di stampa che parlano di modifiche al decreto aiuto approvato venerdì scorso. Il bonus, che rientra in una misura che vale 28 miliardi di euro, quindi è stato esteso anche a chi percepisce il reddito di cittadinanza, ai lavoratori stagionali, agli autonomi e ai collaboratori domestici, che erano stati esclusi nella prima stesura.

Ci sarà poi un buono per i trasporti pubblici di 60 euro e vengono in parte riattivate le cessioni multiple di crediti, in modo che le banche possano smaltirli al quale si unisce il bonus carburante di 200 euro per ogni lavoratore. Esso consiste in buoni benzina ceduti a titolo gratuito da aziende private ai propri dipendenti che non concorrono alla formazione del reddito e che quindi sono esentasse.

COME FUNZIONA

Il bonus è un’erogazione una tantum, distribuita in una sola volta e in maniera automatica, che dovrebbe essere versata direttamente sul cedolino della pensione e nella busta paga dei lavoratori. Per gli autonomi dovrebbe essere creato un apposito fondo. La cifra dovrebbe arrivare entro l’estate, tra i mesi di giugno e luglio.

Potrebbe anche interessarti