Su Rai 2 la sit-com degli Arteteca con la piccola Sara: cast e quando vederla

Su Rai 2, in prima assoluta nazionale, domani 11 giugno alle ore 16:25, debutterà ‘Famiglia all’incontrario’, la nuova sit-com con protagonisti Enzo Iuppariello e Monica Lima, l’amatissimo duo comico degli Arteteca. Firmata da Tunnel Produzioni conterà in totale 3 puntate disponibili anche su Rai Play dopo la messa in onda.

Su Rai 2 in onda ‘Famiglia all’incontrario’ con gli Arteteca

Dopo il successo registrato sul grande schermo, con due film, e la presenza nel cast di ‘Made in Sud’, Monica e Enzo tornano in tv per narrare la loro storia. Con loro ci sarà la piccola Sara, prima figlia della coppia, ma anche diversi personaggi noti.

Sposati da poco e felicissimi per la nascita della loro bambina, i coniugi dovranno fare i conti con la perdita inaspettata dei loro rispettivi lavori. Nella loro stessa casa vivono altri componenti della famiglia che, pensando di sfruttare l’esperienza di Monica come estetista, rileveranno un centro di bellezza.

Entrano così in scena l’attore e autore Ciro Ceruti nelle vesti del fratello ipocondriaco di Monica nonché padre di Milly, attivista lgbt e pansessuale interpretata dall’influencer Giulia Sara Salemi. Felicia Del Prete vestirà i panni di Lavinia, ex moglie di Ciro, mentre Marco Maddaloni sarà il bellissimo fratello di Enzo ed Elena, quest’ultima interpretata da Rosaria Russo.

Dalla quotidianità di questa famiglia allargata emergeranno gag e scene comiche in perfetto ‘stile Arteteca’. Insieme, nonostante l’esuberante incompatibilità dei loro caratteri, cercheranno di mandare avanti l’attività e risollevare la loro situazione economica.

La prima puntata della sit-com, composta in totale da 3 episodi, andrà in onda domani, 10 giugno, subito dopo ‘Made in sabato’ ovvero il meglio di Made in Sud che sarà trasmesso alle 14:00. La seconda e terza puntata andranno in onda sabato 18 giugno alle 15:15 e sabato 25 alla stessa ora. Successivamente saranno trasmesse su Rai Play, la piattaforma gratuita digitale della Rai.

 

Potrebbe anche interessarti