“Facciamo una serata a 4 mani”: l’invito di Sorbillo a Briatore per chiudere lo scontro

Per chiudere il cerchio delle polemiche sulla pizza napoletana contro quella servita nei locali di Flavio Briatore, il pizzaiolo partenopeo, Gino Sorbillo, ha proposto al noto imprenditore una serata “a 4 mani”, così da poter placare lo scontro alimentando un momento di condivisione.

Pizza, la proposta a Briatore di Sorbillo: “Facciamola a 4 mani”

Dopo le dichiarazioni di Briatore sul costo esiguo della pizza napoletana, che a sua detta si legherebbe ad una scarsa qualità dei prodotti, non è tardata la risposta del popolo partenopeo e dei pizzaioli napoletani. Tra questi Sorbillo che ha criticato i prezzi del Crazy Pizza, con pizze fino a 65 euro, dimostrando, attraverso una lezione accompagnata da assaggi gratis, che è possibile gustare una pizza di qualità anche mantenendo un prezzo accessibile.

Intervenuto, poi, su Radio 105, ha lanciato una proposta all’imprenditore: “Se vuole potremmo fare una serata a 4 mani da lui. Veniamo io e la mia squadra di pizzaioli per offrire e far conoscere ai suoi clienti, abituati a pizze gourmet, anche la pizza napoletana”.

“Questo è un sano confronto. Gli ho lasciato il mio numero di telefono ma ancora non mi ha risposto” – ha fatto sapere il pizzaiolo. Intanto Briatore ha replicato alle critiche ricevute nel corso di questi ultimi giorni dicendo: “Ma io non lo so perché ce l’hanno con me. Io dico la verità, sfido chiunque a fare profitto se fai tutto normale con 4/5 euro. E’ impossibile. Quando vendi un prodotto vendi la qualità poi ognuno sceglie dove andare. Loro non prendono i prodotti che prendiamo noi, te lo garantisco”.

In più ha sottolineato: “A me la pizza napoletana non piace perché ha troppo contorno e molto lievito. A me piace la pizza romana, quella sottile. Ad esempio a Salerno fanno una pizza diversa, più sottile che a Napoli, poi ognuno ha il suo gusto. Non è vero che la pizza è napoletana, la mangi in tutto il mondo”.

Potrebbe anche interessarti