Parkin’Station, De Luca a Napoli: “Qui un pezzo di trasformazione urbana al pari di Parigi e Londra”

E’ stato presentato a Napoli il Parkin’ Station, il nuovo parcheggio realizzato nei locali dell’ex  OCA (Officina di Carica Accumulatori) da Grandi Stazioni Rail, società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, e co-finanziata dal MIMS (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili), con un investimento complessivo di oltre 13 milioni di euro.

Presentato a Napoli il Parkin’ Station

Il Parkin’Station rientra nell’ambito di un piano strategico che intende trasformare le stazioni principali in hub intermodali con servizi di sosta, interscambio tra i vari mezzi di trasporto e di mobilità dolce. Il parcheggio si sviluppa su un’area di 9.500 metri quadri: può ospitare fino a 360 autoveicoli e 40 motocicli distribuiti su tre livelli.

Sono oltre 100 i posti dedicati ai servizi di mobilità condivisa, come il car sharing o il noleggio auto, 12 le postazioni di ricarica per auto elettriche, 8 gli stalli riservati alle persone con ridotta mobilità e 7 i posti rosa. Aperto dalle cinque del mattino all’una di notte, propone tariffe orarie, giornaliere e abbonamenti: 2,50 euro per la sosta oraria, 22 euro per la giornaliera, 1 euro all’ora per le moto e 8 per la giornaliera. La notturna ha un prezzo di due euro (dalle 1:00 alle 5:00) e l’abbonamento mensile di 150 euro che scende a 120 se si possiede anche un abbonamento ferroviario. Il ticket è acquistabile anche tramite sito o app.

Alla presentazione del nuovo hub sono intervenuti il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e l’amministratore delegato gruppo FS Italiane, Luigi Ferraris. Il governatore ha commentato l’intervento dicendo: “E’ un’impresa. In Italia in genere ci mettiamo 20 anni solo per la progettazione. Siamo molto soddisfatti del rapporto con le Ferrovie dello Stato”.

“Abbiamo una sfida grande davanti a noi, siamo chiamati anche ad innovare. Abbiamo ritardi ultradecennali sulle nostre aziende, dobbiamo affrontare il problema del risparmio energetico e anche qui la rete ferroviaria può essere una grande opportunità. Altro campo di collaborazione sarà la realizzazione della bretella di collegamento della stazione di Afragola a quella di Napoli centrale”.

“Regione e Ferrovie hanno messo in campo un investimento di oltre 1miliardo e 200 milioni di euro. Abbiamo in programma l’acquisto di 200 nuovi treni, 98 li abbiamo già consegnati. Stiamo facendo uno sforzo gigantesco per il trasporto pubblico. Intendiamo estendere questa collaborazione anche alle prossime scadenze”.

Quanto alla città di Napoli: “Abbiamo un rapporto di eccellente collaborazione con il Comune di Napoli che ci auguriamo possa produrre frutti davvero importanti. Questo può essere uno dei tasselli di una riqualificazione urbanistica generale. Stiamo decidendo insieme per Napoli un grande programma di mobilità integrata e riqualificazione urbanistica di livello europeo”.

“Investiremo 350 milioni di euro per l’interramento della linea ferroviaria EAV a Porta Nolana, a via Galielo Ferraris. Avremo collegamenti pedonali con piazza Garibaldi. All’interno di questo programma abbiamo deciso di collocare la nuova sede della Regione Campania. Dovremo approvare entro il mese di luglio anche la variante urbanistica ma se avremo questi tempi cominciamo a far decollare un progetto che realizzerà a Napoli un pezzo di trasformazione urbana di quelli che possiamo trovare a Parigi, Berlino, Londra, Barcellona. Possiamo voltare pagina”.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti