A Ischia arrivano le zone di silenzio: multe fino a 4000 euro per chi fa casino

Ischia, strade del centro

A Ischia arriva un’ordinanza del comune che istituisce le zone di silenzio per garantire una vacanza tranquilla agli ospiti che ogni anno scelgono l’isola verde per le loro vacanze estive.

Zone di silenzio a Ischia, l’ordinanza del sindaco

Nelle fasce più delicate e quindi dalle ore 15:00 alle ore 18:00 e dalle 21:00 fino alle 9:00 del giorno successivo, in tante strade e contrade in cui si trovano numerose abitazioni e hotel, bisognerà rispettare quelle che poi sono a tutti gli effetti regole di civiltà e decoro. I trasgressori saranno puniti con multe salatissime (dai 500 ai 4000 mila euro)

C’è il divieto di emettere schiamazzi, lanciare o gettare cose, provocare assembramenti anche rumorosi e di giocare con palloni nelle piazze del centro cittadino, agli incroci, nelle strade, nei giardini comunali, al fine di assicurare la tutela della quiete pubblica e del decoro urbano.

Inoltre a rafforzare questa ordinanza è stata lanciata la campagna social presso la Sala Consiliare del comune di Ischia a cui hanno preso parte il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino e l’ex portiere del Napoli Pino Taglialatela.

Il primo cittadino sulle zone di silenzio

Le iniziative dell’Amministrazione sono finalizzate a rendere più serene e tranquille le vacanze dei tanti ospiti che ci scelgono. – ha detto il sindaco Enzo FerrandinoSi tratta di un provvedimento già adottato nel 2017 e che in realtà trova precedenti già nella storia della nostra isola. Nel 1966 fu redatto un decalogo da Vincenzo Telese che ebbe la capacità e la lungimiranza di trasformare una località votata all’agricoltura e alla pesca in una località turistica molto rinomata grazie ad una serie di politiche messe in campo a quei
tempi. Sono ricette che hanno fatto grande Ischia e che sono incredibilmente attuali anche oggi chiaramente rivedute e correte con quelli che sono i cambiamenti del nostro tempo. Possiamo in questo modo rilanciare il prodotto turistico facendo sì che non aggredisca ma che valorizzi il nostro territorio. Da piccoli i genitori ci costringevano nella cosiddetta controra a riposare e scendendo per strada l’unico suono che sentivi era quello delle cicale. Dobbiamo immaginare così il nostro territorio. Le Forze dell’Ordine stanno facendo un grande lavoro e l’efficacia di questo provvedimento dipende chiaramente dai controlli che saremo in grado di garantire, ma sono sicuro che ci sarà il massimo impegno da parte di tutti. Le regole annunciate dall’ordinanza riguardano i maggiorenni ma abbiamo creato i presupposti per punire anche comportamenti scorretti perpetrati da minori grazie al supporto dei servizi sociali”.

Ischia, isola più bella del mondo

Ischia è l’isola più bella del mondo: l’isola verde ha conquistato il primo posto della classifica stilata dal magazine americano Travel+Leisure, punto di riferimento del turismo internazionale. Un altro importante riconoscimento che pone nostra Regione tra le mete predilette dei turisti provenienti da tutto il mondo. Travel+Leisure ha chiesto di raccontare le personali esperienze di viaggio valutando le isole in base ai luoghi di interesse, alle attività, alle attrazioni naturali e alle spiagge, al cibo, alla cordialità.


Potrebbe anche interessarti