Elezioni, Giuseppe Conte: “Abbiamo compiuto una grande rimonta. La nostra sarà un’opposizione intransigente”

giuseppe conte
Giuseppe Conte

Mancano ancora alcune sezioni da scrutinare (siamo a 58.271 / 61.417 nell’aggiornamento delle 7.40) ma il risultato in Italia è ormai chiaro. Giorgia Meloni con Fratelli d’Italia è il primo partito, votato dal 26.28% degli italiani, segue il Pd con il 19.25% e il Movimento 5 Stelle con il 15,04%.

Elezioni, M5S terzo partito. Le parole di Conte

Nel centrodestra è testa a testa tra Lega (8.89%) e Forza Italia (8,05). Azione Italia Viva-Calenda ottiene invece il 7,74%. Più distaccati tutti gli altri partiti. Se Giorgia Meloni esulta e si avvia verso Palazzo Chigi, chi sembra non deluso da questo risultato è Giuseppe Conte. Il leder del Movimento 5 stelle è infatti il terzo partito ma il primo al Sud dove ha ottenuto anche punte del 40% anche grazie alla sua battaglia pro reddito di cittadinanza.

Conte in un lungo post sui social ringrazia gli elettori di averlo votato:

Abbiamo compiuto una grande rimonta contro ogni pronostico: i cittadini hanno riconosciuto tutta la forza delle nostre proposte. Con questa sciagurata legge elettorale il centrodestra è maggioranza in Parlamento, ma non nel Paese. La nostra sarà un’opposizione intransigente. Saremo l’avamposto per l’agenda progressista contro le disuguaglianze, a protezione delle famiglie e delle imprese in difficoltà, a difesa dei diritti e dei valori della nostra Costituzione. Sentiamo tutto il peso della fiducia che ci avete dato, non la tradiremo mai”.

I dati del M5s alle precedenti elezioni

Anche se Conte esulta, per il Movimento 5 stelle si tratta di una vera debacle. Nel giro di 4 anni sono stati persi il doppio delle elettori, basti pensare che alle elezioni del 2018 votarono per i pentastellati quasi il 32% degli italiani. Un dato che non era stato confermato neanche alle europee del 2019 dove registrarono il 19% delle preferenze risultando il terzo partito più votato. Dopo le scissioni interne e l’addio di Di Maio, i pentastellati avevano puntato tutto su Conte, molto amato da alcune persone per la gestione della pandemia. Ma neanche l’ex presidente del consiglio è riuscito a sollevare il Movimento che ormai sembra in caduta libera.


Potrebbe anche interessarti