Concorso Regione Campania, 10 mila posti a tempo indeterminato: prevista una sola prova scritta

regione campania concorso 2023
Regione Campania, nuovo concorso entro il 2023

Come già preannunciato dal presidente Vincenzo De Luca, la Regione Campania bandirà un nuovo concorso offrendo, entro il 2023, ulteriori posti di lavoro a tempo determinato nei Comuni ed altri enti pubblici regionali. Ad offrire ulteriori anticipazioni sulle modalità e le prove da svolgere è stato Giuseppe Sommese, presidente della prima commissione permanente del consiglio regionale della Campania, attraverso una nota diffusa dall’Ansa.

Regione Campania, nuovo concorso entro il 2023

“La Regione Campania recluterà 10 mila persone, con contratto a tempo indeterminato, a partire dal prossimo gennaio 2023. Questo grande concorso ha molteplici ricadute positive sui nostri territori: quella di ovviare, in via definitiva, alle carenze di organico strutturali presenti nei Comuni e negli altri enti locali; quella di svecchiare la pubblica amministrazione, dotandola di nuove competenze e rendendola più efficiente e vicina ai cittadini; quella di offrire una vera opportunità di lavoro e stabilità a tantissimi giovani campani qualificati” – ha spiegato Sommese.

Sulla scia delle precedenti prove concorsuali, saranno altri 5 mila i nuovi assunti e circa 10 mila i contratti complessivi a tempo indeterminato, come annunciato dal Governatore nel corso dell’ultimo aggiornamento alla cittadinanza: “Contiamo di mandare a lavorare 5 mila giovani a tempo indeterminato. Complessivamente saranno 10 mila i posti di lavoro creati nel 2023. E’ lo sforzo più grande fatto per il Mezzogiorno d’Italia”.

L’iter concorsuale dovrebbe essere avviato già a gennaio del 2023 ma le attività di selezione saranno semplificate. Si prevede, infatti, un solo test scritto, seguito da un corso di formazione professionale e una breve prova orale. A confermarlo è il presidente Sommese: “La selezione consterà in una prova scritta, in un periodo di formazione di circa tre mesi e in una prova finale orale. Quanto prima cominceremo a raccogliere le esigenze dei Comuni in base alle vacanze presenti negli attuali organici. Sosterremo questa iniziativa straordinaria con grande convinzione”.


Potrebbe anche interessarti