La Reggia di Caserta diventa set: oltre 500 persone per una grande serie tv mondiale

Set alla Reggia di Caserta
Set alla Reggia di Caserta

Set alla Reggia di Caserta. Dal 26 novembre al 3 dicembre le riprese di una produzione internazionale: oltre 500 persone tra troupe e comparse.

Set alla Reggia di Caserta: oltre 500 persone tra troupe e comparse

Da sabato 26 novembre a sabato 3 dicembre, la Reggia di Caserta ospiterà una produzione cinematografica internazionale. Il Museo condividerà i suoi spazi con i set e i lavoratori del mondo dello spettacolo, facendo conoscere al mondo la meraviglia dei suoi spazi anche dal piccolo e grande schermo.

La Reggia di Caserta, che ha una lunga tradizione di set cinematografici e televisivi, è una scelta privilegiata per le produzioni internazionali. Il Complesso vanvitelliano offre, infatti, una preziosa combinazione tra la sua ineguagliabile bellezza, la poliedricità e varietà dei suoi spazi e la disponibilità della direzione e del personale del Museo nel rendere possibile queste lavorazioni logisticamente molto complesse e impegnative.

La società di produzione cinematografica e televisiva britannica Yekaterina UK Limited realizzerà delle riprese cinematografiche per una importante serie tv. La troupe, composta da personale italiano ed internazionale, arriverà a toccare circa 350 componenti nelle giornate di maggior impegno, oltre alla presenza di circa 200 comparse provenienti dalle province di Napoli e Caserta che verranno coinvolte nell’arco delle riprese. Una grande occasione per il territorio, con notevoli ricadute sull’indotto dell’intera provincia di Caserta, che sarà chiamato ad ospitare ed accogliere oltre 500 persone.

Diverse le realtà locali che sono state coinvolte nel progetto per la fornitura di beni e servizi per la produzione. Il personale tecnico e gli attori alloggeranno interamente sul territorio casertano. Diversi alberghi occupati dalla produzione per una stima di oltre 4300 notti passate nelle varie strutture.

Da sempre viene scelta per set cinematografici

L’Istituto museale, – scrivono nel comunicato sempre impegnato nella sua opera di grande attrattore culturale e turistico, pone grande attenzione alle possibilità di ricaduta positiva delle sue attività sulla città e il circondario, consapevole del valore che i suoi pubblici, nella loro accezione più ampia, possono avere per il territorio“.

È la residenza reale più grande che esista per volume, ed è un vanto inesauribile per la Campania. Data la sua magnificenza, non sorprende che sia stata scelta più volte come set di film italiani e internazionali. Una filmografia fatta di decine di titoli, pellicole in cui la Reggia e il suo parco fanno da sfondo incantevole a storie di vario tipo.

Tra i più recenti c’è la scena del matrimonio tra Anakin Skywalker (Hayden Christensen) e la principessa Padme (Natalie Portman) nel primo episodio della saga di “Star Wars” di George Lucas realizzato nel 1999 oppure, nel campione d’incassi “Angeli e Demoni”, nel 2009, opera diretta da Ron Howard e ispirata al lavoro di Dan Brown autore anche del “Il codice da Vinci”.


Gli interni del palazzo compaiono, inoltre, anche in due fiction: “Giovanni Paolo II”, prodotta dalla RAI, dove ricreano addirittura gli interni dei Palazzi Vaticani, e nella seconda serie televisiva di “Elisa di Rivombrosa”. E ancora “Ferdinando e Carolina” di Lina Wertmüller nel 1999 ed anche “Io speriamo che me la cavo” del 1992 tratto dall’omonimo libro di Marcello D’Orta.

Potrebbe anche interessarti