Ischia, come sta l’uomo coperto dal fango: “Attimi terribili. Non vedevo più niente”

uomo fango frana casamicciola
Uomo coperto dal fango dopo la frana di Casamicciola – Foto: Francesco Emilio Borrelli

E’ diventato il simbolo della strage di Ischia, Giovan Giuseppe Di Massa, l’uomo ritrovato ricoperto di fango, a seguito della frana che ha sconvolto Casamicciola. Dopo il salvataggio è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale Cardarelli di Napoli.

Uomo coperto di fango dopo la frana a Casamicciola

“Sono uscito da casa per controllare le coltivazioni nel mio appezzamento di terreno, volevo capire se ci fossero danni. Poi all’improvviso sono stato travolto da una montagna di acqua e fango che mi ha trascinato via. Sono stati attimi terribili, non riuscivo ad aggrapparmi a nulla e non vedevo quasi niente” – ha raccontato l’uomo ai Vigili del Fuoco, come rende noto Il Corriere del Mezzogiorno.

L’uomo, un 60enne di Casamicciola, è stato travolto dalla colata di fango, trascinato per decine di metri lungo la strada e, infine, scaraventato in un seminterrato dove ha rischiato di annegare. Per rimanere in vita si sarebbe aggrappato ad una persiana, in attesa dei soccorsi.

Dopo il salvataggio, è stato trasportato all’ospedale di Ischia, poi trasferito al Cardarelli di Napoli a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni. Stando a quanto si apprende, infatti, avrebbe riportato importanti lesioni interne per un trauma da schiacciamento toracico, oltre ad aver ingerito molto fango.

Intanto il bilancio delle vittime sale a 7 con 5 persone che risultano ancora disperse e 230 sfollati. Dopo il primo decesso accertato, della giovane Eleonora Sirabella, sono stati ritrovati anche i corpi di due fratellini, di 11 e 6 anni, oltre a quello di un neonato di 21 giorni che ha perso la vita insieme ai suoi genitori.


Potrebbe anche interessarti