Parcheggiatore abusivo già a piede libero: cittadino lo aveva fatto beccare dalla polizia

Parcheggiatore abusivo
Parcheggiatore abusivo

Parcheggiatore abusivo già a piede libero. Un cittadino napoletano aveva segnalato alla polizia, facendolo bloccare, la tentata estorsione dell’uomo e la minaccia di bucargli le ruote nel caso in cui avesse continuato a rifiutarsi di pagare. La denuncia del cittadino è stata pubblicata dal deputato di Europa Verdi – Sinistra, Francesco Emilio Borrelli che nelle ultime ore raccoglie lo sconforto del denunciante per la libertà conferita al parcheggiatore.

Parcheggiatore libero. I fatti

Lunedì mattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Generale Giordano Orsini per la segnalazione di una persona minacciata da un parcheggiatore abusivo. I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da un automobilista il quale ha raccontato che, dopo aver parcheggiato la propria auto sulle strisce blu ed esposto regolarmente il ticket, era stato avvicinato da un uomo che gli aveva chiesto del denaro per la sosta e, di fronte al suo rifiuto, l’aveva minacciato di forargli le gomme dell’auto. Gli operatori hanno individuato e bloccato l’uomo, un napoletano di 28 anni, e lo hanno denunciato per tentata estorsione e perché sorpreso a svolgere l’attività di parcheggiatore abusivo.


Parcheggiatore abusivo libero. Lo sconforto del cittadino

Il protagonista della vicenda si era rivolto al deputato dell’alleanza Verdi- la sinistra Francesco Emilio Borrelli per rendere noto l’accaduto e per raccontare la propria denuncia.
In via Orsini a Napoli ero in compagnia di mia moglie. Quando abbiamo parcheggiato l’auto un giovane aguzzino della sosta si è avvicinato proponendomi di non pagare il ticket e riconoscergli il pizzo. Al mio rifiuto il parcheggiatore è passato alle minacce, mi avrebbe bucato le quattro ruote. A poca distanza c’era un posto di blocco delle forze dell’ordine, mi sono avvicinato e ho raccontato l’accaduto. Immediatamente mi hanno scortato e siamo tornati sul luogo dove mi sono imbattuto nel delinquente. Lo hanno identificato ed è risultato già schedato, pertanto, chiamata una volante è stato tradotto in questura con l’accusa di estorsione e minacce”. La delusione per il mancato arresto nonostante la denuncia: “sono molto deluso – ha spiegato- mi sono esposto denunciando una tentata estorsione e invece di trarre in arresto il mio aguzzino adesso è di nuovo a piede libero. Cose da non credere”.

Parcheggiatore abusivo libero. Le parole di Borrelli

“Al coraggio e alla determinazione dell’imprenditore va il mio plauso mentre trovo allucinante che si disincentivino i cittadini a denunciare e a esporsi. Questo soggetto doveva finire subito in galera e invece è libero di continuare a delinquere mentre il cittadino che ha denunciato rischia di avere ritorsioni. Per questo ho proposto nel decreto rave in discussione alla camera che ci siano pene più dure per questi delinquenti. Il governo si dedica a combattere con durezza i rave party e poi non inasprisce le norme contro la criminalità e la camorra. Sono senza prole”. Così Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi – Sinistra”.

Potrebbe anche interessarti