Big Maxicinema chiude. Al suo posto un supermercato o azienda di caffè

Big Maxicinema
Big Maxicinema

Il Big Maxicinema di Marcianise chiude con l’ultima proiezione prevista per il giorno 28 febbraio. Una doccia freddissima per tante persone. Il Big da 20 anni rappresenta un punto di riferimento per tanti cittadini di Caserta e provincia ma anche per molti della provincia di Napoli.

Big Maxicinema chiude. Cosa al suo posto

L’addio del cinema sta generando apprensione e la domanda che tutti si pongono è cosa sorgerà al suo posto. Secondo le primissime indiscrezioni che trapelano, quel locale sarà ceduto ad una azienda alimentare. Un supermercato? Forse no, forse sì. Ma anche un deposito oppure come si vocifera: una azienda di torrefazione del caffè. Quest’ultima sembra l’ipotesi più probabile.

Pezzi di storia chiudono. La libreria Tullio Pironti

Sarà la crisi economica ma in questi ultimi anni diverse storiche attività stanno chiudendo. Tra gli ultimi a Napoli la.  libreria Tullio Pironti.

A pochi giorni dall’annuncio che la libreria Feltrinelli di Chiaia rimarrà chiusa per sei mesi, Napoli perde un altro pezzo di storia, che meritava di essere tutelato. Port’Alba, ormai si sta trasformando: da quartiere della cultura, ricco di storia, ora ci sono bar, paninoteche, kebabberie e ristoranti.

Pasticciello chiude

E’ di qualche giorno fa l’annuncio della chiusura della storica pasticceria Il Pasticciello di Napoli. Su facebook la proprietà scrive così:


Cari amici, si conclude per noi un ciclo importantissimo, durato una vita intera.
Abbiamo compreso che è giunto il momento di ritirarci e di destinare le nostre energie a noi stessi e ai nostri nipotini.
Tra pochi giorni il Pasticciello chiuderà le sue porte ma siamo certi che continuerà a vivere nei vostri cuori attraverso i tanti ricordi dei momenti che abbiamo condiviso insieme in quarant’anni di attività qui al Rione Luzzatti e prima ancora in sessantasette anni di attività dei miei nonni e dei miei genitori al Barriciello di Via Carbonara.
Vi porteremo nei nostri cuori perché voi siete stati il nostro motore e la nostra ispirazione: nessuno di voi è solamente un cliente per noi ma tutti siete persone con cui abbiamo intrecciato rapporti umani che niente e nessuno potrà mai annullare, neanche una porta chiusa o un’insegna rimossa.
Si è solo chiuso un ciclo, come è naturale che sia, com’è avvenuto quarant’anni fa quando ci siamo trasferiti dal centro al rione.
E siamo lieti nel pensare che la nostra storia non finisce qui perché già da tre anni l’attività ultracentenaria di famiglia si svolge felicemente in Norvegia attraverso la nostra Anita.
Ringraziandovi per tutto ciò che ci avete dato, vi auguriamo ogni bene e un dolce proseguimento del vostro cammino.
Con affetto Enzo e Lucia

Potrebbe anche interessarti