Video. Il parcheggiatore abusivo in piena attività, sotto gli occhi della polizia

parcheggiatore abusivo

A Napoli si parla tanto di ragazzi in motorino che viaggiano senza casco, di gente che circola controsenso, di persone che non rispettano le regole e puntualmente molti cittadini si indignano perchè si fa di tutta l’erba un fascio, ma cosa succede se un video dimostra quanto è facile svolgere un’attività abusiva sotto gli occhi della polizia?

E’ un sabato di ottobre, Napoli è come sempre ricca di auto e pedoni e Piazza Trieste e Trento diventa lo scenario inconsapevole di un video che vuole denunciare il disinteresse degli agenti di polizia distanti pochi metri dalla piena attività di un parcheggiatore abusivo.

Quale napoletano non si è mai imbattuto in richieste di soldi in cambio di un parcheggio sbucato dal nulla o solo per assicurarsi che il proprio scooter  non subisse danni dovuti ad un mancato pagamento? E’ una routine che si ripete tutte le volte che si spegne l’auto accostandola, o quando si lascia il motorino in sosta anche per un secondo, i più fortunati avranno assistito anche al siparietto più comico dove vengono chiesti soldi per una sosta breve, e quando viene detto che in macchina era rimasta la moglie, la fidanzata, il figlio,  arriva la risposta inaspettata: “Capo e allora datemi un euro in più, aggio guardat pur a ess”.

Parole che forse fanno sorridere, a qualcuno faranno rabbia, ma la rabbia più grande va oltre, supera l’inaccetabile condizione per cui bisogna pagare un estraneo per poter utilizzare un posto libero che in teoria non sarebbe a pagamento, la rabbia scaturisce dal fatto che chi di dovere, a distanza di pochi metri, non si preoccupa di un uomo che svolge un ‘lavoro’ vietato. Perchè si parla sempre della non curanza dei cittadini, dell’invivibilità di Napoli e non si pone mai davvero uno sguardo a mancanze come questa che si fanno notare?

Napoli, nel vivo di un sabato pomeriggio, offre lo spunto per farsi colpire ancora, per farsi additare come la città che non funziona, quella che non rispetta le regole e che viste le dinamiche forse mai le rispetterà, ma di chi è la colpa? Chi bisogna incolpare questa volta se l’immagine della nostra amata Napoli viene ferita ancora? Ecco il video realizzato da Fanpage.it

Potrebbe anche interessarti