25 ottobre 2014: Mobilitazione generale per salvare la Terra dei Fuochi

Terra dei Fuochi

Continua ancora, incessantemente, con sdegno generale ed un velo d’amarezza, la battaglia contro l’avvelenamento della “Terra dei fuochi”. I roghi tossici, dai quali si innalzano enormi e pericolose scie di fumo nero, ormai si verificano quasi quotidianamente, sotto gli occhi increduli e pieni di rabbia di tutti coloro che vorrebbero salvare il territorio da questo immane disastro.

È uno spettacolo davvero terribile per la nostra terra, un tempo definita la Campania Felix, in riferimento alla sua prosperità e fertilità. Si tratta di una pratica del tutto illegale per recuperare metalli da rivendere poi sul mercato a nero; non è sottovalutare il fatto che l’eternit, ovvero il marchio di fibrocemento a base amianto, seppure non incendiato rilasci ugualmente particelle nocive che vengono inalate dalla popolazione. Le aree maggiormente colpite sono Napoli e Caserta ma non ne sono esenti anche altre zone del territorio campano. Tutti sono continuamente in allerta.

Ogni giorno il blog Laterradeifuochi.it riporta video e foto per denunciare e divulgare le notizie in tutto il bel Paese, in modo tale che il messaggio di denuncia arrivi a tutti indistintamente. La salute dei cittadini è sempre più a rischio: i tumori e le malattie, scaturite dall’inalazione dei veleni tossici, aumentano di giorno in giorno. Le conseguenze per l’ambiente sono disastrose ed ormai anche l’immagine dell’intero Paese è messa a dura prova.

Tutti continuano a chiedersi quale sia il ruolo dei politici e delle istituzioni: il loro intervento sembra del tutto assente, nonostante le promosse fatte in seguito alla mobilitazione generale che si è tenuta l’anno scorso a Napoli. Si è parlato di bonifica dei nostri territori, di interventi mirati, di aiuti e quant’altro ma tutto ciò è impossibile se prima non si provvede a fermare in tutti i modi i roghi. Sicuramente alla vicenda non è stato dato il giusto peso, il giusto spazio, probabilmente le autorità competenti avrebbero potuto agire subito ed avvalersi di tanti strumenti a loro disposizione ma non è stato così.

La situazione peggiora giorno per giorno, senza alcun spiraglio di luce, senza nessun miglioramento in vista, senza alcun passo in avanti. Addirittura ci sono ancora verità nascoste, che vengono a galla dopo anni ed anni.

Alla luce di ciò, il 25 ottobre 2014, in Piazza Dante, alle ore 16.00, si terrà la seconda mobilitazione generale a favore della Terra dei Fuochi. Il presidente del Comitato di Osservazione sulla Terra dei Fuochi, Angelo Ferrillo, ha affermato che la mobilitazione è solo uno dei primi passi verso per portare avanti questa difficile ed estenuante battaglia. Naturalmente tutti i cittadini sono invitati a partecipare attivamente. Purtroppo sono proprio loro i primi a subirne gli effetti negativi sulla qualità della loro vita.

Per l’occasione il gruppo GMquadro aveva realizzato uno spot, da trasmettere attraverso i canali di comunicazione della Metropolitana di Napoli ma purtroppo è stato censurato.

La situazione è del tutto inaccettabile. Bisogna far sentire la propria voce e continuare a lottare senza remore e senza paura.

Vi invitiamo a tener d’occhio l’evento creato su Facebook 

Potrebbe anche interessarti