Boom di turisti a Napoli per il ponte dell’Immacolata

turisti

Tutto esaurito nei B&B e negli affittacamere di Napoli e in gran parte della Campania. Chi volesse prenotare ora per il ponte dell’Immacolata non troverebbe una camera nemmeno a pagarla oro poiché già da una settimana si è registrato il pienone, nonostante le previsioni meteo poco incoraggianti.

Tutto prenotato a Napoli, nella zona flegrea, nella penisola sorrentina e costiera amalfitana e a Salerno con la sua attrazione delle “Luci d’Artista“. Dati confortanti anche per le aree più interne della Campania, come l’Irpinia, il beneventano e l’Alto Casertano. Malgrado la crisi il visitatore, seppur attento a contenere le spese (massimo due pernottamenti) desidera comunque spostarsi per brevi soggiorni.

Un buon segnale rispetto al periodo di crisi economica che sta attraversano il nostro Paese – dichiara il presidente Abbac (Associazione B&B e Affittacamere della Campania), Agostino Ingenito – Naturalmente come ormai una costante, il flusso di turisti è essenzialmente straniero per circa il 65% con punte anche superiori in Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana ma discreti riscontri si ottengono con la clientela italiana che per queste prime feste ha deciso di puntare verso un turismo interno”.

Un ulteriore incentivo per i turisti è la concomitanza con l’apertura dei musei statali della prima domenica del mese, in cui saranno visitabili gratis molti siti campani, tra cui i templi di Paestum agli scavi di Pompei, fino alla villa dei Papiri a Ercolano e le opere recuperate della Biblioteca dei Girolamini di Napoli.

La funicolare centrale e la linea 1 della metropolitana di Napoli dalla giornata di ieri e fino al mese di marzo, forniranno le corse anche di notte fino alle 2, mentre la limitazione del traffico veicolare verrà esteso a 4 giorni alla settimana invece di tre. Da lunedì 8 dicembre fino al 31, il divieto di circolazione dei veicoli privati sarà in vigore nei giorni lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30.

Un’ottima notizia per la Campania e una buona occasione di incremento economico per la città di Napoli che vedrà un’enorme affluenza di turisti e visitatori nel prossimo week-end dell’Immacolata e si spera non solo. E come afferma Ingenito: “E’ solo puntando alla qualità e alla tipicizzazione dell’accoglienza che si è in grado di vincere la sfida dei territori. Auspichiamo che la legge regionale e l’avvio dei poli turistici possa offrire ora un contributo rilevante verso un miglioramento dei servizi di accoglienza oltre che una maggiore sensibilità delle istituzioni a garantire infrastrutture e servizi trasporti e sicurezza”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più