Pino Daniele, Gramellini: “Comportamento dei fan ignobile e vergognoso”

Gramellini

Il fanatismo dei napoletani ai funerali di Pino Daniele, si è guadagnato il 4° posto della galleria di “fanatici” di Massimo Gramellini, intervenuto alla trasmissione “Che tempo che fa“.

Secondo lo scrittore il comportamento dei fan è stato sbagliato e ignobile. Persone che hanno tentato di condividere sui social network dei selfie accanto alla bara del cantautore, le proteste di altri contro la decisione della famiglia di aprire la camera ardente solo agli amici più stretti e la scena “vergognosa”, come è stata definita da Fabio Fazio, di aver impedito a Massimo D’Alema di andare a salutarlo. Ed infine ricorda le critiche dei fan sulla scelta di non tumulare la salma a Napoli, ottenendo così il doppio funerale.

Un’appropriazione, secondo Gramellini, del cadavere da parte dei fan che si è trasformata in una forma di “animismo”, cioè di culto di un divo. Con queste affermazioni ha ripreso un po’ il concetto che aveva già espresso, in maniera meno aulica, Selvaggia Lucarelli in un suo post su Facebook e in un suo articolo su Libero.it. Ricordiamo che la stessa aveva definito i funerali di Pino Daniele come una brutta sceneggiata napoletana, in cui l’amore si era trasformato in arroganza.

Purtroppo chi non è napoletano non ha idea di ciò che Pino rappresentava per la città e del forte legame che li legava. I napoletani sono esuberanti, forse esagerano nel dimostrare il proprio amore, ma quando si ama nulla è mai ‘troppo’. Per quanto riguarda i selfie e le proteste, si tratta di maleducazione e mancanza di rispetto che non appartiene, fortunatamente, a tutto il popolo partenopeo.

Ma voi cosa ne pensate? Credete anche voi che siano state esagerate le dimostrazioni d’affetto, oppure sono legittime, considerato ciò che Pino Daniele simboleggiava per Napoli?

Potrebbe anche interessarti