Dove c’è musica c’è il Napoli Green contest

Ilario Sanseverino - Varco 27
Ilario Sanseverino – Varco 27

Parlare di musica non è facile, perché significa comunicare ciò che le emozioni ci dicono. Ma la musica è bella per questo, perché vive di silenzi e arriva diretta ad arricchirci l’anima di note e fantasia.

Ieri al Fabric, hostel & club del centro storico di Portici, si è svolta la semifinale del Napoli Green Contest, un’iniziativa eccellente oltre che per l’organizzazione, giovanile e attenta alle esigenze del pubblico e dello staff organizzativo, si rivela anche un fiore all’occhiello come strumento per scoprire che la nostra terra è sempre e comunque all’altezza dei grandi talenti musicali. Ieri per me è stata una doppia emozione, avendo partecipato anche come componente della giura tecnica per la valutazione delle tre band che si sono esibite.

Rosario Viola - Stout
Rosario Viola – Stout

Da un lato accanto a me Vincenzo Russo, organizzatore degli eventi per Veragency, dall’altro Rosario Nappa, professore di musica al Conservatorio di San Pietro a Majella, lo speaker di Radio Club 91, Roberto Esse e i produttori della Ctrl Room. Giuria, pubblico vivo e attento alle performance, insieme alla vivacità delle conduttrici hanno dato vita ad uno spettacolo live che per circa tre ore ci ha lasciato il gusto di  vivere uno spettacolo originale e di elettrizzante musica. Accompagnato da un buon bicchiere di birra Heineken, sponsor ufficiale del contest.

Ottima acustica e un rock che arriva dritto al cuore: tre gruppi, dal suono pop metallico alternato a meravigliose ballad, come la suggestiva “Indelebile” dei Memory Remains al rock suonato degli Stout con la voce graffiante di Rosario Viola, come quasi a viaggiare sulla stessa lunghezza d’onda delle vibrazioni del suo bassista e per finire con la voce stregata di Ilario Sanseverino dei Varco 27. Si è chiusa una serata di rock live che nel Vesuviano forse non si era mai vista prima. E ne vedremo ancora delle belle quando stasera si concluderà la semifinale al Dejavù di Pozzuoli e giungeremo così al gran finale in una importante location a sorpresa che sarà comunicata sulle pagine ufficiali del Napoli Green Contest. Non mancate perché si tratta del più bel rock italiano britannico che prima o poi sarà la rivincita del nostro paese.

Memory Remains
Memory Remains

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più