Video. E se tornasse la cara e vecchia Lira? Ecco cosa pensano i napoletani…

Banconote

Molti ragazzi della nuova generazione, quelli nati dal 2000 in poi, non sapranno mai cosa significa ricevere al compleanno cinquantamila lire al posto del regalo, perchè magari la zia di turno non sapeva cosa prendere.

All’epoca della Lira,  averne cinquantamila tra le mani per un ragazzo era una gioia,una sicurezza, un passo per progettare acquisti di vario genere a proprio piacimento, consapevole che poi ti saresti conservato il resto, ed oggi? Cosa penserebbe oggi un ragazzino se al compleanno la zia senza idee per comprare un regalo, lasciasse tra le mani del festeggiato venticinque euro?  Semplice! Verrebbe etichettata come “la zia dal braccino corto”.

A distanza di anni dall’arrivo dell’Euro, per chi ha conosciuto la Lira, risulta impossibile non fare paragoni tra le monete, fino ad arrivare alla conclusione che per molti con l’Euro sembra sempre impossibile andare avanti.

Andando per gradi, se pensassimo che la vecchia moneta, è stata sostituita semplicemente per crearne una unica per tutti i paesi europei, calcolando dettagliatamente il valore del passaggio dalla Lira all’adeguamento per l’Euro, allora non dovevano esserci malcontenti, ma cosa risulta sbagliato ed inaccettabile?

Molto semplice, quello che salta immediatamente agli occhi di tutti è un evidente aumento dei prezzi per la vita di tutti i giorni, se prima bastavano quindicimila lire per fare una spesa degna di essere chiamata tale, oggi con quindici euro che equivalgono quasi al doppio, non si arriva a completare neanche la spesa completa per un pasto della giornata.

A dispetto dei tanti programmi che vogliono insegnarci come amministrare i nostri guadagni, la risposta del popolo è sempre la stessa: “Il prezzo della vita è aumentato, ma i soldi nelle nostre tasche sono rimasti sempre quelli”.

A quanto pare se da un lato l’Euro doveva sconvolgere e cambiare positivamente la vita economica degli italiani, dall’altro l’unico sconvolgimento l’ha portato  per stravolgere negativamente le tasche di chi oggi dichiara di non arrivare a fine mese. Molti puntano il dito sulla moneta unica, incolpandola della crisi in cui versa l’Italia, altri invece si limitano semplicemente a ricordare malinconicamente la “cara e vecchia Lira”, mentre qualcuno invece riesce addirittura ad essere positivo sul cambio della moneta avvenuto, ormai, tanti anni fa.

Un video girato a Napoli, mostra cosa pensano i napoletani della Lira, le loro reazioni, i loro ricordi e il loro punto di vista.  Voi che pensate, tornereste indietro?

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più