Video. L’inedito backstage di Massimo Troisi sull’ultimo set da regista

Massimo Troisi

Cosa resta solitamente a chi perde una persona cara? Il ricordo, l’eredita più grande che si possa lasciare a chi deve affrontare il dolore del distacco  da una persona speciale.

Questa è la stessa eredità che Massimo Troisi, ha voluto lasciare a tutti quelli che lo hanno amato in vita e continuano a farlo a distanza di anni dalla sua tragica scomparsa. Artisti come Troisi, non dovrebbero mai morire, sono quelli irripetibili e imparagonabili che quando ci sono asciano il segno e quando vanno via fanno avvertire la loro assenza.

Massimo Troisi ha incantato milioni di persone di ieri e di oggi, e anche i più giovani, quelli che hanno avuto modo di conoscerlo solo attraverso i suoi film mandati in onda anche dopo la sua morte e che hanno avuto modo di capire il suo genio e il suo talento,  oltre che alla sua umiltà e bravura.

Un altro grande pezzo d’eredità nascosta arriva con la scoperta di un video inedito, il backstage del film ” Pensavo fosse amore invece era un calesse”, l’ultima pellicola diretta da Troisi nelle vesti di regista, oltre che di attore. Vedere un giovane Massimo Troisi, girare tra le scene del set, in attesa del ciak, emoziona e fa battere i cuori di tutti quelli che lo hanno sempre amato, e quasi fa sognare di averlo ancora qui, come se a fermarsi fosse stato il tempo e non il suo cuore, che dopo tanti scherzi lo portò via alla vita.

Massimo Troisi è e sarà sempre un simbolo di Napoli, capace di far sorridere ed emozionare anche tra le scene di un semplice backstage.

Buona visione, ancora una volta col grande Troisi.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=oV10x0CjS38[/youtube]

Potrebbe anche interessarti