Da senzatetto a netturbino. Il progetto “spazzacamino” si spinge fino al Vomero!

spazzacamino

Come già accennato mesi fa, il Progetto Spazzacamino a Napoli, sostenuto dalla Gesco e dalla Cooperativa “Il Camper”, ha dato lavoro a dei senzatetto emarginati dalla società, offrendo l possibilità di reinserirsi nel tessuto economico, lavorativo e sociale della città. Molto spesso le condizioni di quelli che vengono definiti clochard, sono quelle di chi ha difficoltà ad accettarsi e a sentirsi accettato, essere umani che si sentono inutili e scartati dal mondo. Il progetto “Spazzacamino” nasce con l’intenzione di ridare speranza a chi pensava di averla persa per sempre, e da Dicembre 2014 vanta di essere riuscito nell’intento di riconsegnare ad ognuno dei senzatetto la dignità a cui aveva diritto.

Posizionati  fino ad oggi, tra il Vecchio Policlinico e Via Toledo, gli spazzacamino, hanno oggi cambiato zona spostandosi (come riferito da Napolitoday) al Vomero per tenere pulite ed in ordine le strade, principalmente nel periodo di forte affluenza per “Chocoland” la festa del cioccolato, ma anche in seguito.

Sembra proprio che il progetto, nato prima di tutto da una semplice idea dignitosa, trovi le fondamenta per continuare a crescere assicurando un servizio alla città ma anche un lavoro umile a chi ha bisogno di rendersi utile. Eppure negli ultimi giorni si è discusso a lungo sulla sostenibilità dell’iniziativa che, per andare avanti, ha dovuto contare sull’aiuto esclusivo dei promotori che sin da subito si sono autofinanziati, ma che oggi ha bisogno di un appoggio più ampio che possa provenire anche dai commercianti o da qualsiasi cittadino che voglia rendersi presente con un contributo.

Clicca qui per contribuire al progetto Spazzacamino

Potrebbe anche interessarti