” ’A Maronna t’accumpagna”: Papa Francesco vuole imparare il napoletano

papa - caserta

Il Papa Francesco, la cui simpatica contagiosa e la grande umiltà è stata fin da subito nota a tutti i fedeli, si prepara alla visita del 21 Marzo a Napoli. Il cardinale Crescenzio Sepe ha raccontato che il santo Padre ha mostrato grande partecipazione e molto entusiasmo per la futura visita, confidandogli di voler imparare a parlare Napoletano per sentirsi ancora più vicino alla gente.

Nell’intervista rilasciata a Il Mattino Sepe dichiara: «Il Santo Padre ha chiesto di sentire la voce dei napoletani, delle persone che accorreranno per stargli vicino. Così ha deciso di voler ricevere domande direttamente dai fedeli. Le accoglierà in ognuna delle tappe della sua visita e risponderà personalmente ad ognuna delle persone. Adesso cercheremo di trovare la formula migliore per far dialogare i fedeli con il Papa».

Una voglia di vicinanza che trova massima espressione nella volontà del pontefice di imparare a parlare napoletano. Pare infatti che abbia chiesto al cardinale la pronuncia esatta di alcune frasi in lingua napoletana, a dimostrazione della sua volontà di connessione con il popolo e con la città.

«Papa Francesco mi ha chiesto la pronuncia corretta della frase ’a Maronna t’accumpagna– racconta Crescenzio Sepe- quella che io uso spesso quando mi rivolgo ai fedeli. Credo che voglia usarla anche lui per accomiatarsi da Napoli. È un segnale importante: il Santo Padre vuol parlare a Napoli con le parole di Napoli. È emozionante».

Potrebbe anche interessarti