Video. Anche gli Arteteca con la piccola Irene e la donazione degli organi

donazione

Attori, cantanti, cabarettisti, musicisti sono i protagonisti di un video-appello che mette in luce l’importanza della donazione degli organi per regalare una speranza di vita a chi soffre. A riportare la notizia è Il Mattino.

Un commovente messaggio dedicato ad Irene, la bambina di Scampia ricoverata da un mese al Monaldi in attesa di un trapianto di cuore, e che vive grazie ad uno artificiale. Tanti i volti noti: da Clementino a Enzo Avitabile fino ai comici di Made in Sud. Il duo di cabaret Arteteca, Enzo e Monica, precisa: “Dobbiamo dare il consenso alla donazione degli organi. Sai che cos’è?”, chiede Monica. “Sì, è importante. – risponde Enzo – Il consenso per dare una possibilità di vita. Per una vita, ci vuole un cuore e il cuore deve battere. E quindi, vita cuore battere“. Monica, conclude sorridendo, rivolgendosi a Enzo: “Sei la mia vita. Battiti“.

Un serio problema nel sud italia è il record di opposizioni alla donazione degli organi dei familiari quando il proprio caro sta per passar a miglior vita. Il direttore sanitario dell’azienda dei Colli, Nicola Silvestri, spiega: “A fronte di una morte ormai scientificamente accertata con criteri neurologici, con un atto di donazione possono essere salvate più vite: lo dico da cristiano, la Chiesa è favorevole, ma anche chi non crede può dimostrare solidarietà umana e alleviare le sofferenze di un nostro simile“.

Prima che sia tardi dichiara il tuo amore” è lo slogan della Giornata europea della donazione di organi per far riflettere sul tema e diffondere l’importanza del consenso alla donazione.

Potrebbe anche interessarti