Schock a Mugnano: arrestato un ventiquattrenne per violenze contro la famiglia

violenza

Una pasquetta sotto il segno dell’orrore per Mugnano. Proprio ieri infatti, 6 aprile, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato un cittadino ventiquattrenne incensurato che, nella sua casa in via Mazzini, maltrattava violentemente per denaro i genitori e una zia paterna, tutti di età compresa tra i 45 e 50 anni.

La chiamata al 112 è arrivata dopo l’ennesima lite furibonda, e le violenze sempre più estreme del giovane. I genitori e la zia, a seguito dell’intervento dei carabinieri sono stati soccorsi: le loro ferite saranno guaribili nel giro di una settimana circa.

L’incubo per la famiglia dell’arrestato si ripeteva ormai da circa due mesi. Il ragazzo spesso estorceva denaro per farne “ancora non si sa cosa“. La ribellione è scattata dopo che le richiesta e le botte erano diventate via via sempre più frequenti. Il “picchiatore“, bloccato dalla benemerita, è stato condotto al carcere di Poggioreale in attesa di giudizio.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più