Terra dei Fuochi, primo ritrovamento dopo gli scavi di ieri a Villa di Briano

Villa di BrianoLe ruspe ieri si erano fermate con un nulla di fatto. Nella Terra dei Fuochi, a Villa di Briano, dopo le dichiarazioni di molti pentiti, tra i quali spicca il nome e la figura di Carmine Schiavone, nella zona della Statale 7 bis si era cominciato a scavare alla ricerca di rifiuti tossici e/o pericolosi.

Stamattina si è continuato con il lavoro interrotto ieri pomeriggio e oltre i 15 metri di profondità è stato rinvenuto un bidone di latta dalla capacità di 20 litri. Probabilmente il bidone conteneva solventi o idrocarburi ma saranno le analisi a stabilire con certezza il contenuto del bidone.

Intanto si continua a scavare soprattutto nel Comune di Villa di Briano, ai confini con Casal di Principe, dove quest’oggi si è verificato il primo forse “scottante” ritrovamento.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più