Assegno sociale, a chi spetta e come richiederlo: ecco i dettagli

Compilazione modulo

Ecco alcuni utili chiarimenti sull’assegno sociale. Cos’è? Chi ne realmente diritto? Come va presentata la domanda?

Si tratta di una prestazione economica (che a partire dal 1 gennaio 1996 sostituisce la pensione sociale) destinata ai cittadini che hanno reddito molto basso, il cui importo non dev’essere superiore a quello previsto dalla legge, ovvero 5.830,76 euro. Per coloro che non hanno coniuge, ci si basa sul reddito personale e per coloro che sono coniugati sul reddito cumulativo. L’importo dell’assegno mensile ammonta a 448,52 euro per 13 mesi. Ai non coniugati, con reddito inferiore all’importo annuo dell’assegno ed ai coniugati con reddito familiare minore al doppio dell’importo annuo dell’assegno, spetta la metà dell’importo dell’assegno.

Di seguito i requisiti necessari per la presentazione della domanda e la modalità di inoltro:

essere cittadini italiani
essere stranieri comunitari ed extracomunitari (rispettivamente iscritti all’anagrafe e comune di residenza e con permesso di soggiorno CE)
avere almeno 65 anni e 3 mesi d’età
condizioni economiche disagiate
residenza effettiva, stabile e continuativa per almeno 10 anni nel territorio nazionale.

La domanda va presentata solo on-line, accedendo al sito INPS ed inserendo il proprio PIN, contattando il numero gratuito 803164 da recapito fisso o da cellulare contattando lo 06164164 o rivolgendosi ai patronati, per usufruire dei loro servizi telematici.

Potrebbe anche interessarti