Ponticelli, serrande abbassate contro le Istituzioni e la camorra

Ponticelli

Giovedì 23 aprile, la chiusura di tutti gli esercizi commerciali di Ponticelli sarà anticipata alle ore 19 anziché le 20: tutte le saracinesche verranno abbassate in segno di protesta contro gli ultimi e penosi episodi di camorra e contro le Istituzioni stesse che non prendono provvedimenti a riguardo. La zona maggiormente interessata sarà piazza Egidio Sandomenico.

Un volantino, tra le strade del quartiere, riporta le seguenti parole: “Mentre il governo e la prefettura di Napoli studiano misteriosi “piani speciali” a Ponticelli si continua a sparare e a diffondere violenza e paura e si continua ad assistere ad un insopportabile moltiplicarsi di reati. Le forze dell’ordine strutturalmente presenti sul territorio fanno tutto quello che possono, con le forze e i mezzi a loro disposizione, ma sono insufficienti ad arginare adeguatamente le bande criminali in guerra tra loro e che coinvolgono anche la ponticelli onesta e laboriosa”.

Ecco le dichiarazioni, riportate dalla Repubblica.it, del presidente di “SOS Impresa Napoli, Anna Ferrara: “Ponticelli vuole vivere e la camorra è solo morte e paura lo Stato deve fare la sua parte qui e ora, in modo forte ed efficace restituendo ai cittadini e ai commercianti di Ponticelli e di tutta Napoli la sicurezza e la fiducia nelle Istituzioni. Quella fiducia che sta pericolosamente vacillando soprattutto in questi ultimi mesi. Non si può continuare ad assistere inermi a quanto sta avvenendo. La sicurezza e la libertà dalla criminalità in ogni territorio è prerogativa essenziale per lo sviluppo e la tranquillità delle famiglie e delle imprese ed oggi queste condizioni a Ponticelli non esistono più”.

Potrebbe anche interessarti