Arrestato in Brasile Pasqualino ‘O collier, tra i latitanti più pericolosi dall’ ’84

scotti

Dopo anni ed anni di ricerche sarebbe stato arrestato Pasquale Scotti, camorrista latitante da ben 31 anni. L’uomo si trova in Brasile, a Recife, capitale dello stato del Pernan, e secondo quanto riportato da La Repubblica, è finito in manette al termine di una lunga complessa indagine condotta dalla sezione Criminalità organizzata della Squadra mobile di Napoli con l’intelligence dello Sco, e grazie ai collegamenti curati dall’l’Interpol e delle forze di polizia brasiliana.

Si stanno effettuando in queste ore tutti gli accertamenti per avere la conferma dell’identità dell’uomo anche se le impronte digitali non lasciano alcun dubbio, si tratterebbe proprio di Scotti.

Scotti, soprannominato Pasqualino ‘o collier, è stato uno dei maggior esponenti del clan di Ottaviano. Venne arrestato nel 198383 per omicidi, estorsioni, riciclaggio, controllo dello spaccio di stupefacenti. Evase dal carcere nel 1984 mentre era ricoverato all’ospedale civile di Caserta per una ferita alla mano.

Condannato all’ergastolo fa parte dei latitanti più pericolosi italiani.

Potrebbe anche interessarti