Reggia di Caserta chiusa per ore: caos e rabbia tra i turisti

reggia
Foto: Il Mattino

Brutta sorpresa ieri per i tanti turisti che sono arrivati a Caserta per poter visitare la Reggia di caserta che è rimasta chiusa dalle 8,30 alle 11,30 a causa di una urgente assemblea sindacale convocata dalla Uil-Pa e dall’Ugl per il problema di venditori e parcheggiatori abusivi che sono diventati ormai un vero e proprio incubo.

Davanti ai cancelli della Reggia di Caserta si sono create in un attimo file interminabili: tante sono state le persone che hanno cercato riparo dal sole cocente sotto gli alberi, andando in giro per la città o, come annunciato dal Mattino, tornando a casa nonostante il biglietto d’ingresso fosse stato già pagato: “Avevamo comprato già il biglietto, ma ce ne andiamo perché siamo stanchi di attendere, è uno scandalo, non siamo stati avvisati di nulla”.

Tanta è stata l’indignazione soprattutto per chi è partito da città lontane: “Sono venuto di proposito a Caserta per visitare la reggia ma i dipendenti saranno in assemblea sindacale di domenica… Ho fatto una deviazione importante per niente, e considerando che sono di Trieste sarà difficile che ripassi. Non mi sembra il modo giusto per incentivare il turismo”.

Eppure tra le centinaia di persone, nonostante l’assemblea, davanti all’imponente Reggia non sono mancati parcheggiatori abusivi e venditori non autorizzati di souvenir e cartoline.

Potrebbe anche interessarti