Gomorra 2: dopo gli uomini adesso tocca alle donne

Gomorra

A breve il ritorno in TV di Gomorra, la serie TV, ispirata all’omonimo romanzo, che ha ottenuto particolare successo. Molte saranno le novità nella seconda edizione, ma i protagonisti e i registi passati da tre a quattro con l’ingresso nello staff di  Claudio Giovannesi che si aggiunge a Stefano SollimaFrancesca Comencini e Claudio Cupellini, non lasciano trapelare abbastanza indiscrezione per placare la curiosità.

Gomorra 2 si tingerà di rosa, spazio alle donne boss eredi di donna Imma che animeranno le 12 puntate della serie, in cui la famiglia Savastano si spaccherà in due vedendo padre e figlio contro. Ricomincerà esattamente da dove si era interrotta la serie, come se il tempo non fosse passato, come se a separare l’attesa tra le due edizioni non ci fossero neanche i tempi di ripresa. Sono circa 113 i paesi in cui Gomorra nella sua prima serie è stata trasmessa, e altrettanti sono quelli che aspettano con ansia la nuova pellicola, ce già da Aprile ha iniziato a prendere forma. Le riprese termineranno a fine Ottobre, e andranno in onda nella primavera 2016. Un successo planetario che però continua a suscitare dubbi sull’effettivo impatto che la faccia di Napoli potrebbe avere nel mondo!

Anche nella nuova edizione i trucchi del mestiere stupiranno, ci saranno scene ambientate a Brescia ma girate in realtà in uno stabilimento di Nola, dove molti giornalisti, provenienti da tutta l’Europa, sono stati accolti per una visita sul set. “Tutti contro tutti”, è questa la parola d’ordine della nuova sceneggiatura, cambierà la sfera del potere che non sarà più di dominio assoluto della famiglia Savastano, e molta più importanza avranno le donne che subentreranno al posto di donna Imma.

Dodici imperdibili puntate, che stravolgeranno la storia precedentemente raccontata, perché alla fine è così anche nella vita reale, nella camorra il potere assoluto gira sempre. Non ci resta che attendere e scoprire quali saranno gli effetti che la nuova stagione avrà s Napoli e sui Napoletani!

Potrebbe anche interessarti