Peschereccio scomparso a largo di Gaeta: ritrovato il relitto

Guardia Costiera

Sarebbe stato individuato il peschereccio disperso a largo di Gaeta lo scorso mercoledì. Come riporta Il Mattino, “Rosinella” sarebbe stato ritrovato non lontano dalla grande macchia d’olio rinvenuta ieri a 6 miglia da Punta Stendardo. I sommozzatori dovranno controllare se il comandante di Ercolano, Giulio Oliviero, e i due marinai tunisini, Alì e Calif, sono rimasti intrappolati nel natante affondato. Il relitto è stato individuato grazie alle ricerche coordinate dal IV Centro Secondario di Soccorso Marittimo della Campania e agli aiuti forniti da pescatori del luogo.

Il peschereccio, solitamente adoperato per la pesca a strascico, è scomparso dopo essere partito, nella serata del 20 aprile, dal porto di Formia. Dopo aver comunicato di fare rotta verso Sud, si sono perse le sue tracce. Aspettano aggiornamenti la moglie e i tre figli del capitano Oliviero, mentre invece devono essere ancora contattate le famiglie dei due marinai.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più