Video. Avellino. Schiaffi e violenze su bimbi piccoli, maestra urlava: “Ti ammazzo”

asilo-nidoUn nuovo caso di violenza da parte di una maestra nei confronti dei suoi piccoli alunni, questa volta è successo in una scuola materna di Avellino. la Polizia ha arrestato una donna di 58 anni, insegnante di una scuola materna per maltrattamenti nei confronti di una decina di bambini tra i 3 e i 5 anni di età. Le indagini partite nel 2015 dalle denunce dei genitori dei bambini allarmati dai lividi riportati sul corpo dai loro figli.

I bambini si rifiutavano di andare a scuola e alle domande dei genitori, come riporta L’Huffington Post  i bambini si rifiutavano di rispondere e di dare spiegazioni chiudendosi in se stessi. In alcuni casi, i referti medici hanno accertato lesioni alle nuca con ecchimosi al collo dovute probabilmente ad una pressione con le mani sul collo dei bambini.

bambino solo
Nel riquadro rosso il bambino lasciato solo nella stanza al buio

La Polizia che ha svolto le indagini che hanno portato all’arresto della maestra ha riferito che durante una gita scolastica la maestra ha abusato usando violenze fisiche quali schiaffi e strattoni. Anche questa volta fondamentale è stato l’utilizzo delle telecamere installate all’interno dell’istituto, dai filmati si è appurato che la donna richiudeva i bambini in una stanza buia, denominata la “stanza del telefono”, dove venivano lasciati per tante ore da soli.

L’insegnante era abituata a rapportarsi con i  piccoli alunni con termini come: “Ti ammazzo”, “Stai zitta, devi chiudere la bocca senno ti faccio il culetto rosso”. In molti casi inscenava un gioco che consisteva nell’agitare la mano chiedendo al bambino: “Quanti ne vuoi di questi?”, frase riferita al numero di schiaffi che il bambino sceglieva di avere indicando da solo un numero.

Video da Fanpage.it.

Potrebbe anche interessarti