Salerno: fece a pezzi la madre per cucinarla e mangiarla, condannato

lino renzi cannibale salernoSalerno – Il fatto accadde a Salerno il 22 luglio 2013: Lino Renzi, nato nel 1966 a Salerno, uccise la madre e la fece a pezzi con l’intenzione di cucinarla e mangiarla, al culmine di un litigio che terminò quando l’uomo la prese a bastonate fino ad ammazzarla.

Tre anni fa i carabinieri lo trovarono in casa, aveva tagliato a pezzi il corpo di Maria Pia Guariglia e ne aveva cucinati alcuni sulla griglia e in una pentola. L’uomo, incapace di intendere e di volere, è stato condannato a 10 anni di reclusione in una Rems (residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza), che hanno sostituito gli OPG, perché giudicato pericoloso.

Al termine di questi 10 anni, molto probabilmente, sarà disposto il suo permanere nella struttura sanitaria per tutelare l’incolumità pubblica.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più