Napoli, segregata in casa dalla madre per 8 anni

segregata

Una donna di 36 anni è stata finalmente liberata dalla polizia del Commissariato Arenella dopo aver vissuto 8 anni imprigionata nella sua abitazione dell’orrore in via Caldieri nel quartiere Vomero.

Ad essere l’artefice di tutto è stata la madre, arrestata e condotta al carcere di Pozzuoli per sequestro di persona aggravato e continui maltrattamenti in famiglia.

La porta dello stabile era stata chiusa dall’esterno e le tapparelle bloccate, ma il cattivo odore che si percepiva sul pianerottolo non poteva non essere sentito dagli altri condomini.

Chiara non vedeva la luce del sole da anni, costretta a vivere in cumuli di spazzatura e a riscaldarsi con un phon, è stata trovata in un forte stato di malnutrizione. Un calvario iniziato poco dopo che la madre è rimasta vedova.

Tutti sapevano, ma nessuno denunciava tanto che secondo gli inquirenti i complici di tale agghiacciante storia ne sono almeno tre tra cui un altro familiare.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più