Bimba picchiata dal patrigno migliora: respira da sola

La piccola di quasi due anni, picchiata dal compagno della madre a Roma, respira da sola. Le sue condizioni sono decisamente migliorate, ma resta ricoverata nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. Tuttavia la stabilità dei parametri cardio-respiratori lascia ben sperare.

La piccola è stata brutalmente malmenata dal compagno della madre, Federico Zeoli (24 anni), ora in carcere a Velletri, che tornando a casa ha fatto la macabra scoperta. La figlioletta, infatti, versava in gravi condizioni, presentando ematomi, ecchimosi, graffi e segni di morsi.

Davanti a tale scena la mamma non si è persa di coraggio ed ha subito accompagnato la piccola all’ospedale di Genzano da dove poi ci sono stati i trasferimenti all’0spedale dei Castelli, ad Ariccia, e poi al Bambino Gesù. Una triste vicenda che fa tornare alla mente la tragedia di qualche settimana fa a Cardito, dove il piccolo Giuseppe ha perso la vita per mano sempre del compagno della madre.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più