Si tuffa e batte la testa, paura per un ragazzino ad Ercolano

Intorno alle 14.00 di ieri, in uno stabilimento di Ercolano, un ragazzino di 13 anni, mentre prendeva la rincorsa per potersi tuffare, è scivolato ed ha battuto violentemente la testa sul pontile.

Spavento per i bagnanti e per gli amici che si trovavano lì, tempestivamente i bagnini hanno allertato i sanitari del 118 che, arrivati sul posto, hanno provveduto a portare il ragazzino in ospedale.

Dopo essere stato visitato, non sono state riscontrate ferite gravi, infatti dopo poche ore è stato dimesso dal pronto soccorso e ha potuto fare ritorno a casa.

Per dare vita alle possibili ipotesi dell’accaduto, sono intervenuti sul posto gli uomini della Capitaneria di Porto di Torre del Greco e i carabinieri della tenenza di Ercolano, che hanno effettuato i rilievi necessari per poter accertare eventuali responsabilità.

Ennesimo caso simile a tanti altri purtroppo, un momento di spensieratezza e divertimento si trasforma in pochi secondi, in un momento di angoscia e paura. Attenzione quindi a questi episodi, sopratutto per i più piccoli che, spesso sfuggono al controllo dei genitori.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più