Cerimonia in memoria delle vittime sul lavoro

Incidente sul lavoro

Per non dimenticare tutte le vite che si spengono prematuramente sui posti di lavoro la città di Ercolano organizza una cerimonia in memorie delle vittime.I dettagli sono forniti dal quotidiano locale Miglionews.it

“Oggi al cimitero  l’amministrazione comunale della città degli scavi insieme al comitato “Francesco Iacomino”, ricorderanno tutte le morti sul lavoro. L’importante momento è volto a non ricordare in modo particolare proprio Francesco Iacomino giovane operaio ercolanese morto il 4 Ottobre 2004 dopo essere precipitato da un impalcatura  di oltre 10 metri nelle ex officine Fiore e lasciato a morire ai bordi di un marciapiedi dell’incrocio tra Via IV Orologi a Via D’Annunzio, a pochi passi dalla zona marittima di Ercolano. Il corpo del giovane fu notato due automobilisti, passati di li per caso. All’arrivo dei primi soccorsi non riusciva a reggersi in piedi, aveva le caviglie spezzate, la voce fioca, gli occhi spenti Inutile fu l’intervento immediato del 118, sollecitato con prontezza dai due passanti.

Francesco Iacomino, 33enne di Ercolano e padre di un bambino di appena due anni, era già morto. Dopo nove anni di battaglia domani mattina ci sarà un assente speciale il padre di Francesco, Nicola scomparso lo scorso luglio. In tanti anni Nicola non si è mai arreso, nonostante le difficoltà e i problemi fisici, è stato sempre pronto difendere la memoria di Francesco e di tutte le vittime di morti bianche, per far si che ciò che accadde quel giorno non si ripetesse mai più. Nove anni alla ricerca della verità di battaglie condotte a dall’anziano padre  à morto senza aver giustizia, Nicola Iacomino con la sua voce rotta dalla malattia più volte ha gridato l’innocenza del figlio fuori e dentro le aule di tribunale. Francesco stava lavorando a nero presso un cantiere delle ex officine Fiore.”

 

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più