VIDEO. Ruote d’auto rubate: escalation di furti a Napoli e Provincia

Negli ultimi due mesi sono sempre di più le denunce dei cittadini, che via social, diffondono video e foto di auto danneggiate o rubate. La maggior parte arrivano direttamente al Consigliere dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

Oltre 600 le segnalazioni arrivate in appena 60 giorni e provenienti da Napoli (Specialmente zona Colli Aminei) e Provincia. Ma non solo le macchine, sono diverse le segnalazioni che vedono anche il furto di motorini e scooter. Un’emergenza che vede i cittadini tutelarsi con videocamere e allarmi antifurto. Queste le parole di Borrelli:

“Emergenza senza fine a Napoli e in provincia per i cittadini che continuano a segnalare molti episodi di furti di ruote d’auto, un fenomeno che seguiamo da tempo e che ormai sta dilagando sull’intero territorio cittadino e non solo. Infatti anche nella vasta provincia si registrano continui furti del genere: ultimo caso segnalatoci quello avvenuto nelle ultime ore a San Sebastiano al Vesuvio. È arrivato il momento di istituire una task force per pattugliare le strade cittadine”.

Borrelli chiede anche un intervento più massiccio delle forze dell’ordine per presiedere alcune zone della città di Napoli. In altre occorrono le telecamere.

LEGGI ANCHE
Torna il pedaggio in Tangenziale. Borrelli: "Il passaggio resti libero fino a fine lavori"

E’ necessario eseguire maggiori controlli da parte dei rappresentanti delle forze dell’ordine, con l’ausilio delle videocamere di sorveglianza. Solo in questo modo si potranno sventare ancora furti e, soprattutto, assicurare alla giustizia questi farabutti da quattro soldi. Napoli non può più finire nelle mani di questi cialtroni che macchiano in particolare anche l’onorabilità degli onesti cittadini che ogni giorno lavorano per il bene comune”.

E in molti segnalano la presenza di numerosi cerchi e stereo sul Marketplace di Facebook. Possibile quindi che il ‘bottino’ rubato finisca poi venduto sui social.

 

Questo un video di alcune ruote d’auto rubate pubblicato due mesi fa sulla pagina social di Francesco Emilio Borrelli.

LEGGI ANCHE
Leghisti trasformano la campagna per il referendum in un'offesa per Napoli

 

 

Potrebbe anche interessarti