Da Scauri a Napoli per scaricare rifiuti: scoperto grazie alle telecamere

L’installazione delle telecamere spia non sta lasciando scampo agli incivili. È stato bloccato e denunciato dalla Polizia Locale di Napoli il responsabile dello sversamento di una grande quantità di rifiuti nella zona di Napoli est, pari a circa due tonnellate di rifiuti di imballaggi e di teli in plastica che provenivano da una serra.

Il fatto era stato registrato e riportato anche da alcuni organi di stampa, in via Galileo Ferraris, nella zona industriale della Città. Il personale del Reparto ambientale della Polizia Municipale ha assunto informazioni fornite dai cittadini della zona, e si è servito anche delle telecamere di recente dotazione.

Dopo due giorni di ricerche ed appostamenti, la polizia ha così intercettato il furgone nello stesso quartiere, mentre si apprestava a scaricare due lavatrici e decine di pedane in legno da imballaggio. Il responsabile dello sversamento di rifiuti, tale R. P. di anni 58, napoletano, stava smaltendo rifiuti che venivano da Scauri, Comune del basso Lazio.

L’uomo ha tentato di giustificare il gesto con gli agenti asserendo che era venuto fino a Napoli per abbandonare i rifiuti di una azienda agricola, per evitare di provocare danni all’ambiente incendiandoli. Non è risultata invece chiara la provenienza delle lavatrici fuori uso e delle pedane di cui si era tentato l’abbandono.

Il furgone utilizzato per il trasporto, risultato privo di documenti, è stato sequestrato penalmente ed affidato alla ditta convenzionata ed il responsabile denunciato alla Autorità Giudiziaria per trasporto ed abbandono di rifiuti speciali.

Potrebbe anche interessarti