Gasolio rubato a Fondazione, scatta la gara di solidarietà: “Diamo calore ai bimbi”

Un furto da oltre 900 euro. Nella giornata di ieri sera ignoti hanno portato via il gasolio che si trovava all’interno di una botola. Gasolio che serviva a riscaldare i bambini e le bambine della Fondazione Famiglia di Maria.

La Fondazione Famiglia di Maria da anni opera a San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli e aiuta i minori e le famiglie che presentano disagi socio-economici. Il furto è stato denunciato dalla presidente Anna Riccardi con un post su Facebook:

“Pensate di aver vinto ancora una volta voi ma non è così. Avete sottratto il caldo dei termosifoni alle bambine e ai bambini ma non mi avete tolto la forza di andare avanti e il calore di tutta la mia squadra”.

Immediata è scattata la gara di solidarietà per riscaldare i cuori dei bambini con la raccolta fondi dal titolo ‘Arò Fai a Naft’. Espressione di periferia est per dire: “Non siete nessuno, noi invece andiamo avanti!”.

Una reazione forte, fatta con la gentilezza, da parte della presidente e di tutte le mamme.

Solidarietà è stata espressa anche dal Comune di Napoli nelle parole di Monica Buonanno, Assessore alle Politiche Sociali:

“Ho appena appreso dell’ennesimo atto di vandalismo ai danni della Fondazione Famiglia di Maria, sede di uno dei nostri Centri Diurni e di uno dei Laboratori di Educativa Territoriale. Punto nevralgico di San Giovanni e presidio di legalità e valori rivolti all’infanzia e alle famiglie. È impensabile e vergognoso che ci sia qualcuno che pensi di rubare il gasolio, necessario per l’impianto di riscaldamento, ad una sede istituzionale che accoglie bambini e ragazzi del territorio.
Esprimo la massima solidarietà alla Presidente della Fondazione Anna Riccardi e sono al suo fianco come donna e come Assessore alle Politiche Sociali, affinchè non si senta sola e tutti sappiano che l’Amministrazione è dalla parte dei cittadini”.
Qui le info per partecipare alla raccolta fondi dopo il furto di gasolio alla Fondazione.

 

Potrebbe anche interessarti