Rapina Aversa, il capo della Polizia: “Il collega ha avuto sangue freddo. Avrà un riconoscimento”

È di ieri la notizia della rapina da parte di alcuni banditi ad un porta valore ad Aversa. Nel corso del tentativo di rapina è nata una sparatoria nella quale sono rimasti feriti un vigilantes e un agente della polfer, subito dopo trasportati al pronto soccorso del vicino ospedale Moscati. Sarebbero dieci i colpi d’arma da fuoco esplosi nel corso del conflitto.

Il comportamento del collega è stato professionalmente ineccepibile, anche per aver scelto di non usare l’arma che aveva con sé. Avrà sicuramente un riconoscimento e sarà sottoposto a valutazione anche per una promozione per meriti straordinari“.

Lo ha dichiarato all’Ansa il capo della Polizia Franco Gabrielli all’uscita dall’ospedale di Aversa (Caserta) dopo avere visitato il 53enne poliziotto della Polfer Nicola Grimaldi, ferito ieri alle gambe dopo essere intervenuto durante la rapina alla filiale della Bnl di Aversa, per difendere un vigilante – anch’egli rimasto ferito – aggredito dai banditi.

Entrambi “stanno in ottime condizioni” ha detto Gabrielli. “Il collega – ha proseguito – ha avuto un enorme sangue freddo; sapeva, per esperienza, che usare l’arma in quel momento avrebbe provocato conseguenze peggiori anche ai clienti che erano in attesa. Il suo comportamento ineccepibile lo abbiamo potuto osservare direttamente dalle immagini, che spesso parlano più di mille parole“, ha concluso.

Potrebbe anche interessarti